Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2019
LuMaMeGiVeSaDo
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 463
Sondaggi precedenti
Feed RSS
Le news possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


giovedì 21 novembre 2019
1440 ho poche idee, ma ben confuse

ho poche idee, ma ben confuse.. in pratica sono dibattuto tra due ragionamenti  / view tecniche :

1) nel laterale 130 300 del dax, il real money ha comprato molto (ho piu volte citato i dati degli inflows di BofA su ETF), ma è stato abbondantemente servito da altre mani "sconosciute" => questo è sicuramente bearish, (insieme al falso breakout di lunedi)

2) bullish è invece la tenuta degli Usa alle brutte news che stanno uscendo sul trade deal : con lo slittamento del dubbioso trade deal al 2020, in pratica , la reazione è stata nulla. Cio' è evidente e porta a concludere che il mercato vuole salire.


propendo per la lettura di cui al punto 1, ma non si puo restare insensibili al punto 2.
probabilmente, se la 1 è giusta, occorre ancora un po di distribuzione prima di scendere forte.
 

sul dax, gli algo hanno provato a rompere il range sia in su che in giu, ma non è partito il movimento che ci si sarebbe aspettato vista la lunghezza del laterale (oltre 1,1 mln di lots)
Quindi i tempi non sono maturi  nè x un rialzo nè x un ribasso.

Considerato che il trade deal, se va bene, si limiterà a tornare allo status quo di aprile 2019, con qualche acquisto di soya a fronte di rimozione di un po di dazi (niente IP, o altro...) l attenzione dei tori si sta focalizzando sempre piu su previioni macro che sostengono che nel 2020 ci sarà crescita, e che il trend attuale di rimbalzo si rinforzerà.

questo mi pare un argomento valido per uscire da una fase di ipervenduto, ma sinceramente non per spingere su ulteriori nuovi massimi storici i listini.
Se è vero che la parte facile è alle spalle (la rotazione su ciclici e fuori dai settoriali ha ormai 6 settimane di vita e ha corso parecchio), e ora arrivano i momenti piu difficili (abbiamo già visto molti short capitulation settimana scorsa, come per esempio morgan stanley, bearish da luglio), allora questa potrebbe essere una forzatura che , sfrttando la stagionalità bullish, consenta di distribuire meglio a prezzi altissimi.
 
Dopo aver confidato per molti giorni nella rottura del canale rialzista del dax partito da inizio ottobre, dopo averlo visto finalmente avvenire tra ieri e oggi, ma con rapidi rientri dopo effimere discese, mi sono deciso a mettermi flat in attesa per un po, cercando di sfruttare i movimenti intraday , che ci sono e sono anche abbondanti.
 
 
Inviato da Antonio Lengua il gio 21 novembre 2019 - 14:41:54 | Leggi/Invia Commenti:21 |Stampa veloce
1417 gli USA ptrebbero postporre i dazi che scatterebbero il 15 dicembre

il SCMP ha pubblicto un articolo da cui si evince che gli USA ptrebbero postporre i dazi che scatterebbero il 15 dicembre nel caso che non si riesca a raggiungere un accordo entro quella data
 
i mercati, colti in una fase sonnolente, hanno immeiatamente reagito  : il dax da 120 a 150, il bund da 17080 a 17065, e ES al rialzo da 3105 a 3114.
 
 
Inviato da Antonio Lengua il gio 21 novembre 2019 - 14:17:23 | Leggi/Invia Commenti:9 |Stampa veloce
1151 la cina vuole smorzare i toni polemici in vista del possibile incontro a pechino

interessante che stamattina HuXijing non abbia tweetato niente... negli ultimi giorni è stato molto aggressivo contro gli Usa,  arrivando a toccare anche ivanka trump (chissà come s è incazzato trump...)
 
Dopo l approvazione del bill per i diritti umani a NY avvenuto stanotte, mi aspettavo qualche suo commento al vetriolo, tanto che gli avevo dedicato una colonna apposta nel mio tweetdeck
ma non è uscito asolutamente niente
 
Evidentemente la cina vuole smorzare i toni polemici in vista del possibile incontro a pechino tra le delegazioni.
Inviato da Antonio Lengua il gio 21 novembre 2019 - 11:51:40 | Leggi/Invia Commenti:5 |Stampa veloce
1124 i cinesi hanno invitato a bejing mnuchin e lighthizer per ulteriori colloqui,

è uscita la news che i cinesi hanno invitato a bejing mnuchin e lighthizer per ulteriori colloqui, (fonte WSJ) piu approfonditi, da tenersi al piu presto, entro il ringraziamento (giovedi prossimo).
sulla news i mercati hanno strappato al rialzo, il dax è arrivato a 13125 e ha poi continuato a salire.
questa apertura sicuramente dà speranze alle negoziazioni, senza togliere niente alle difficoltà incontrate sinora.
 
per ora, il fatto che le comunicazioni siano tenute aperte e addirittura rafforzate è un segnale positivo per i mercati, quindi la reazione bullish è del tutto sensata e ragionevole.
I mercati europei, che hanno subìto in modo maggiore le incertezze recenti (gli Usa sono fermi a -1% ai massimi, anche meno..), potrebbe cercare di riportarsi all interno del range 130 -300 che ha dominato dal 4 nov in poi
cautelativamente ho azzerato il mio short dax, in attesa di sviluppi.
 
Inviato da Antonio Lengua il gio 21 novembre 2019 - 11:26:46 | Leggi/Invia Commenti:8 |Stampa veloce
il High Yield comincia a segnare una minima divergenza rispetto a SPX

il High Yield comincia a segnare una minima divergenza rispetto a SPX
 
Inviato da Antonio Lengua il gio 21 novembre 2019 - 10:30:41 | Leggi/Invia Commenti:7 |Stampa veloce
829 vola intraday continua a salire, e ieri è scattato un segnale anche su ES e NQ

la legge per i diritti umani per HK sarà firmato da trump mercoledi prossimo.
quindi mi aspetto che la Cina non si muova con ritorsioni prima della firma di trump.
sempre che dopo intenda muoversi
 
 China’s MOFCOM Spokesman: Repeats Willing To Work With US To Address Mutual Concerns
il ministero del commercio getta acqua sul fuoco dei rumors di un peggioramento , disaccordo nelle trattative.
sta il fatto che ci avevano venduto la quasi certezza di un incontro trump xi in cile per firmare il trade deal nel meeting APEC di metà novembre, ossia una settimana fa.
Poi è stato spostato a dicembre, e da ieri si parla del 2020.
Se non ci sono disaccordi, è difficile spiegare questi continui ritardi.
 
vabbè... a noi interessa capire quando i mercati inizieranno uno storno serio.
intanto posto i miei chart sulla volatilità intraday, che continua ad essere in aumento :
 
i mercati europei continuano a marcare un incremento di volatilità.  
da ieri anche ES e NQ hanno messo il puntino rosso che segnala che la vola è salita sopra la Mm5 e MM20, e che la MM5 ha tagliato al rialzo la MM20.
Inviato da Antonio Lengua il gio 21 novembre 2019 - 08:29:28 | Leggi/Invia Commenti:2 |Stampa veloce
809 #CHINA MFOCOM SAYS RUMORS ABOUT #TRADE TALKS ARE NOT ACCURATE - BBG

#CHINA MFOCOM SAYS RUMORS ABOUT #TRADE TALKS ARE NOT ACCURATE - BBG
 
non specifica in che senso non siano accurati i rumors..
i mercati hanno letto la news dal lato positivo, ossia i rumous sono negativi, la verità è migliore : il dax sale da 13080 a 13120
 
 
====
questo tweet è piu preciso :
China's Commerce Ministry: Asked About Possible Disagreement In Trade Talks With US Cites Outside Rumours Are Not Accurate
 
da parte cinese quindi si smentisce che ci siano disaccordi
Inviato da Antonio Lengua il gio 21 novembre 2019 - 08:09:26 | Leggi/Invia Commenti:5 |Stampa veloce
805 i mercati stornano ma si limitano a prezzare (poco) il rischio di un semplice ritardo nel trade deal

nella notte i mercati asiatici hanno reagito alla news di un possibile ritardo del trade deal al 2020 con un po di storno.
Per ora i mercati si limitano a prezzare (poco) il rischio di un semplice ritardo nel trade deal
 
La pacatezza del movimento di storno ritengo sia da attribuire al fatto che
1) non si perde la speranza che un trade deal, per quanto molto svuotato delle sue iniziali pretese, possa avvenire
2) la cina non intenda fare alcuna ritorsione dopo che anche che il Congresso ha passato la legge per la tutela dei diritti umani a HK
3) trump non intenda applicare nuovi dazi oltre a quelli già decisi
 
i rapporti, che sono stati dipinti come cordiali sinora, possono restare tali o modificarsi.
 
segnali di peggioramento significativi si avrebbero qualora la cina decidesse delle misure di ritorsione:  ricordo che anche nel peggior momento di crisi (giugno luglio) le ritorsioni della cina sono sempre arrivate in misura inferiore alle attese e con molto ritardo rispetto alle provocazioni di trump.  Per esempio la minaccia di limitazioni all export verso gli usa delle terre rare non si sono mai concretizzate.
 
quindi un segnale di rottura di tregua da una parte o dall altra (trump ha minacciato di inasprire i dazi x esempio) sarebbe un pessimo viatico per la trattativa e sicuramente costringerebbe molti bulls a rivedere le loro strategie, e i mercati a riprezzare in modo piu adeguato il rischio di un inasprimento delle tensioni (cosa che per ora sta succedendo in modo molto molto ridotto, soprattutto sui mercati Usa).
 
Inviato da Antonio Lengua il gio 21 novembre 2019 - 08:05:55 | Leggi/Invia Commenti:0 |Stampa veloce