Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2018
LuMaMeGiVeSaDo
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930 
 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 446
Sondaggi precedenti
Feed RSS
Le news possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


Chi sono - Mission
    Sommario della pagina


    Chi sono

    Mi chiamo Antonio Lengua. 
    Laureato con lode e dignità di stampa in Economia e Commercio nel 1987 a Genova, a 23 anni, ho subito iniziato a lavorare a Milano in sale operative di primarie istituzioni finanziarie (La Centrale, Imi-Sigeco).
    Dal '91 al '99, in Deutsche Bank- Direz Generale Milano, ho guidato un desk che operava sui futures obbligazionari (market making su BTP future, trading su Notionnel, Bonos, T-notes, bund).
    Nel 2000 ho deciso di fare un passo importante, abbandonando il posto in sala operativa e mettendomi a lavorare in proprio. Da allora ho affiancato al trading quotidiano un'intensa attività di studio : ero infatti alla ricerca di indicatori che potessero sostituire il feeling dei mercati che si respira quotidianamente in una sala operativa stando a contatto con sales e altri traders e che, nel silenzio di una postazione operativa privata, si perdeva. Mi sono reso conto che le stesse ( o simili) informazioni si potevano trovare analizzando i volumi : infatti tutti i flussi importanti si riversano, prima o poi, sui mercati ufficiali. In questi anni, alternando momenti di notevole ispirazione a pause di riflessione e analisi, sono arrivato a gettare prima le basi e poi a sviluppare in modo sempre piu organico un sistema di analisi tecnica basato sui volumi, le cui linee guida spiego in questo sito.
    I volumi in realtime sono arrivati molto tardi sui mercati : solo con lo sviluppo delle piattaforme di trading online di fine anni 90 questa informazione basilare è stata portata a conoscenza del grande pubblico. I sistemi di chart di allora, legati ancora ad un'analisi tecnica che risaliva (salvo poche variazioni) a inizi anni 90, non davano nessun risalto ai volumi, e non proponevano nessun indicatore basato su questa variabile. Per elaborare i miei indicatori, ho dovuto imparare a programmare, e ho costruito in modo autonomo tutti gli indicatori e i grafici che sono ora alla base della mia operatività.
    Parallelamente a questi studi, ho dedicato molto tempo allo studio di sistemi di trading automatici, in particolare usando sistemi di apprendimento statistico multiregressivi non parametrici (vedi SLAM statistical learning ).
    Da sempre molto incuriosito all'aspetto psicologico del trading, già agli inizi del 2000 avevo buttato giu una serie di riflessioni su come la psicologia condiziona l'operatività raccogliendo la mia esperienza di vita vissuta sul desk operativo, e traendo ispirazione dalle esperienze anche di amici e colleghi. Nel 2008 ho pubblicato un libro (co-autore Pier Maria Marnoni, mio collega e capo in Deutsche Bank, "Trading Emozioni e Decisioni" ed.Trading Library) che tratta proprio questi aspetti psicologici del trading.
    Top


    Mission del sito

    Molti mi scrivono ringraziandomi delle informazioni che metto a disposizioni del sito, e mi chiedono come mai pubblico tutto gratuitamente. Il sito, aperto nel maggio 2007, è nato dal desiderio di far conoscere le mie tecniche di trading al pubblico di internet. Ovviamente questo tipo di divulgazione richiede che il materiale sia fruibile da tutti senza limitazioni. Mettere un prezzo per la lettura avrebbe avvantaggiato chi puè permettersi di pagare un abbonamento mensile, ma avrebbe tagliato fuori coloro che invece non avevano queste disponibilità.
    Guadagnare dalla vendita di abbonamenti non era e non è il mio scopo : per questo il sito continua a crescere, con nuove sezioni, e resta sempre gratuito.
    Fin dall'inizio dell'avventura come trader privato accarezzavo il sogno di ricreare una "sala operativa" : una community formata da traders, che fossero in contatto quotidiano continuo, fornendo un flusso continuo di input operativi : la frequentazione di questa chat sarebbe cosi diventata un'occasione di crescita continua, di stimolo operativo, eliminando gli aspetti negativi dell'isolamento del trader privato, ma mantenendo il vantaggio della delocalizzazione e dell'indipendenza e autonomia di ogni singolo operatore.
    Dopo aver partecipato attivamente a alcune chat, mi ero reso conto di quanto fosse fondamentale avere una base tecnica comune. Ho abbandonato puntualmente questi punti di ritrovo di traders : anche se le persone che vi scrivevano erano sicuramente serie e preparate, ogni trader seguiva una sua metodologia operativa personale, non condivisa dagli altri. La molteplicità degli approcci operativi rendeva troppo difficile la sintesi in credibili segnali operativi. Spesso poi si cadeva nel "brainstorming sugli indicatori", in cui ognuno tendeva a mettere in risalto la bontà dei suoi studi : questo è un esercizio divertente, ma durante la sessione operativa bisogna essere veloci, chiari, determinati  : pochi concetti operativi, da applicare con la massima velocità.
    Pensavo che, tra tutti i traders che, incuriositi, si fossero avvicinati al mio metodo di trading per volumi grazie alla vetrina del sito, alcuni si sarebbero fermati, e con questi si sarebbe potuto costruire una "sala operativa".
    Top


    Una vera "sala operativa virtuale"

    La vetrina del sito è stata effettivamente un veicolo impareggiabile per incontrare un elevatissimo numero di traders  : il sito e i i suoi contenuti aperti a tutti mi hanno permesso di farmi conoscere a molti traders, che, interessati al metodo di trading sui volumi, hanno voluto approfondire questi concetti. Molti hanno partecipato ai miei incontri pubblici, altri hanno proseguito testando il software. Tanti hanno poi scelto altre strade. Alcuni, particolarmente convinti della bontà del trading basato sui volumi da me proposto tramite il software VolT, sono rimasti. E con questi abbiamo creato  le basi della "sala operativa virtuale" attraverso una chat continua su skype. Preferisco chiamarla "sala operativa vituale" piuttosto che chat per darle il giusto valore : un gruppo di traders che condividono un approccio operativo comune (basato sui volumi), parlano quindi la stessa lingua, e si scambiano giornalmente oltre 3-400 messaggi al giorno indicando l'operatività in realtime di ognuno.
    Top


    Il progetto di formazione

    Il sito diventa quindi un veicolo per incontrare traders già formati, in cerca di innovative chiavi di lettura dei mercati, oppure traders in fieri, quindi persone desiderose di imparare questa professione.
    Nasce cosi anche un progetto di formazione : il trading in realtà è formazione continua, a tutti i livelli. Si studia per imparare da zero, ma si studia per migliorare, sempre.
    La formazione è intesa sia per trades esterni ma ovviamente anche all'interno della sala operativa e si sviluppa su due filoni principali : l'aspetto grafico-operativo e l'analisi psicoemozionale.
    Formazione grafico-operativa :
    ogni settimana per 60/90', si svoge una conference call via skype con gli utenti Vol.T. disponibili. Parliamo di tematiche tecniche-operative. La conference call viene registrata, salvata e messa a disposizione sul sito, in modo che possa essere riascoltata e studiata anche dagli assenti.
    Formazione Psicoemozionale :
    Tre volte l'anno (febb/marzo, giugno, sett/ott) ci incontriamo per parlare di queste tematiche. Questi incontri, che ho chiamato Laboratori Psicoemozionali , inizialmente dedicati ai soli utenti VolT, sono, da novem 2011, aperti anche a trader esterni. Da gennaio 2010 Pier Marinoni (qui il suo CV) e il sottoscritto collaborano con il prof Giuseppe Vercelli , eminente psicologo sportivo italiano.



    Cosa puoi fare di questo sito

    I feedback dei lettori sono fondamentali per aiutarmi a migliorare sempre il sito : quindi scrivimi pure, per indicarmi dove posso migliorare, o anche solo se ritieni che il sito sia fatto bene : sono anch'io "umano", e le manifestazioni di apprezzamento sono sempre uno stimolo a migliorare e proseguire.
    Se ritieni che i contenuti di questo sito siano particolarmente interessanti, segnala ad altri tuoi amici il sito come meritevole di lettura.
    Se tramite i miei suggerimenti di trading riesci a migliorare la tua operatività, se leggendo le mie pagine scopri prospettive operative nuove, se dopo mesi di frequentazione del sito pensi che la tua curva di apprendimento dei mercati finanziari abbia fatto dei veri progressi, se vuoi manifestare in modo più concreto il tuo supporto per questa mia iniziativa, puoi effettuare una donazione : le somme ricevute saranno devolute a progetti per migliorare e arricchire il sito.
    Preferisco non creare delle aree esclusive per chi effettua donazioni, come invece spesso succede in altri siti, quindi tutti i contenuti del sito saranno sempre gratuiti : mi hanno sempre dato fastidio le "aree VIP" agli aeroporti.
    A me interessa fornire informazioni di valore indipendentemente dalla possibilità di spesa del lettore, nella speranza che tra i vari utenti, anche quelli che non possono o non vogliono fare donazioni, ci sia qualcuno che si avvicini al mio metodo di trading, e entri come membro attivo nella community di trading citata sopra, arricchendola con il suo contributo di idee operative.


    Perché il falco pellegrino come logo

    E' certamente il più spettacolare, elegante e veloce dei rapaci. La sua struttura è una perfetta macchina da caccia: corpo aerodinamico, ali lunghe e appuntite, coda corta, artigli lunghi. Può raggiungere i 100 cm di apertura alare ed un peso medio di 800 g, Celebre anche nell'antichità, fu venerato dagli Egizi come il dio Horus e reso famoso da re ed imperatori come Federico II di Svevia, che nel Medio Evo ne fece il principale protagonista del suo celebre trattato sull'arte della caccia con i rapaci Anche ai giorni nostri, in particolare nel mondo arabo, questo nobile uccello rappresenta simbolo della bellezza, della rapidità e dell'intrepidezza. Il volo del falco, vero padrone del cielo, è alto, elegante e maestoso, assai simile a quello dell'aquila: volo potente e veloce, con battiti non molto profondi. In volteggio e scivolata le ali sono piatte o leggermente abbassate, vola controvento e sa sfruttare le correnti ascendenti, eccezionalmente può bloccarsi in "spirito santo". La sua specialità è l'attacco in volo agli altri uccelli, soprattutto piccioni. In volo di perlustrazione, o appollaiato su una posizione dominante, il falco pellegrino osserva il passaggio sottostante e aspetta il passaggio di una preda. Quando ne avvista una, (con la sua vista acutissima anche a piu' di 1 Km di distanza), si getta in picchiata ad ali chiuse (si ritiene che possa raggiungere velocità prossime ai 300 km/h), la coglie di sorpresa la uccide in un modo molto spettacolare. Il falco infatti, non si getta direttamente sulla vittima, perché a quella velocità l'urto gli spezzerebbe le zampe, ma la sfiora soltanto con l'artiglio posteriore per poi raccoglierla direttamente in volo, oppure a terra (se è ancora viva). La finisce quindi, con un colpo di becco.
    La tecnica di caccia del falco pellegrino mi è da sempre ispirazione nel trading : vista acuta, dominanza del suo terreno di caccia, capacità di attendere le occasioni migliori, scelta della preda migliore, esecuzione perfetta.




    Come contattarmi


    Per contattarmi, scrivimi a "trader" seguito dalla chiocciola e da "thehawktrader.com" .
    Compatibilmente con le esigenze di trading, ti risponderò al più presto possibile.