Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2018
LuMaMeGiVeSaDo
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 445
Sondaggi precedenti
Feed RSS
Le news possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


Overview settoriale
Legenda : LO : livello orizzontale, V : volume, TL : trendline, POC: point of control. FR : forza relativa (settore/indice). I due prezzi : settore e settore/indice (FR). La % : peso nello stoxx60 (permette di capire l importanza, altre info [chart, codici, ecc] si trovano in qs pagina). Per dubbi, scrivere nel Forum.

                                                                                                     
                                                                                                  ANALISI SETTORI 22 GEN10

L’aumento della volatilità nelle ultime sedute ha fatto risaltare il settore Tech. Già la scorsa settimana il settore è stato caratterizzato da un forte aumento di volumi e da una sovraperformance rispetto all’indice, che, nelle ultime sedute, si è ulteriormente accentuata. Confermiamo il settore in OW. Situazione diversa sui volumi ma simile nella sovraperformance per il Food che ha anticipato la discesa dell’indice con un aumento di volumi e di forza relativa nelle sedute di inizio settimana. Upgradiamo il settore ad OW insieme all’Healthcare in campo N.

Contesto inverso per una serie di settori che sembrano essere dimenticati dalle mani forti come Auto, Telco, Retail, Chemicals che portiamo in campo UW.

I settori leader dei movimenti come Banks ed Basic Resource aumentano i volumi nella fasi di discesa. In particolare il settore bancario che ha rotto i minimi da fine luglio in area 211. Da monitorare per un possibile cambio di rating.


                                                                                                 ANALISI SETTORI 07 GEN10
La fine del 2009 ha portato con se due temi dominanti: la forza delle utilities e l’uscita dal range laterale di forza relativa dell’industrial. Le Utilities, che avevano sottoperformato l’indice negli ultimi mesi, hanno visto tornare molti flussi in acquisto (interessante aumento dei volumi unito ad un ritorno di forza relativa) e hanno contribuito a sostenere il rally di fine anno dello stoxx600. Meno violento ma pur sempre significativo il ritorno del denaro sul settore industrial, che proviene da una fase di lateralità in forza relativa. I flussi in entrata sul settore sono stati graduali, senza strappi particolari.

L’inizio del 2010 è stato invece caratterizzato da volumi bassi che non generano significati spunti operativi a parte un aumento dei volumi del  settore food che solitamente anticipa uno storno degli indici. Il rally dei settori leader come Basic Resource e Banks deve essere confermato dai volumi che al momento risultano bassi.
La nostra asset allocation in atto è risultata molto efficiente. Unica eccezione il retail : era OOW e l’abbiamo riportato a neutral a causa di una drastica riduzione dei volumi ed di una forza relativa in calo.
Nel fine settimana rivedremo l’asset allocation in quanto i flussi dovrebbero essere tornati ai regimi normali, quindi significativi per un’analisi di volumi.

Ecco qui il nostro suggerimento di allocazione :
OOW Industrial, Insurance, Travel, RealEstate,.
OW Banks, Tech,Utility.
Neutral  Basic Resource, Auto, Finalcials, Construction, Personal, Chemical, Energy, Media,Retail
UW Food,Healthcare.
UUW Telecom.
                                                                                                 

                                                                                                        ANALISI SETTORI 23 NOV 09
La debolezza dei mercati degli ultimi giorni della scorsa settimana porta con se alcuni dubbi riguardanti le scadenze tecniche delle opzioni che potrebbero aver generato movimenti anomali. La settimana entrante ci darà probabilmente indicazioni più chiare. L’impostazione moderatamente bullish della nostra asset allocation è premiata dall’aver lasciato in campo neutrale un settore leader come il Basic Resource che è stato fortemente penalizzato mentre soffre sui bancari e sui settori difensivi come healthcare e food.
Rimane alta l’attenzione sui settori minori come Real Estate e Travel
Il disinteresse sui Telco conferma la nostra view UUW a dispetto di molte view positive dei broker.
I temi caldi della settimana potrebbero riguardare:
I Chemicals : mostrano un’ottima forza relativa con poc a supporto. Inoltre nel corso della settimana scorsa hanno avuto un curioso picco di volumi : se questo interesse sui chimici dovesse continuare, potrebbe essere il segnale di una rotazione settoriale market neutral all interno dei titoli ciclici, a favore dei chimici.
Le Utility : venerdi c’è stato un deciso aumento dei volumi scambiati (i maggiori nell’ultimo mese), che nel caso di questo settore, che ha sottoperformato lo stoxx nei recenti rally, potrebbe segnalare un ritorno di interesse verso gli stocks con alto dividend yield. Monitoriamo quindi il picco di volumi a 323 che potrebbe dimostrarsi un supporto molto importante.


                                                                                                     ANALISI SETTORI 17 NOV 09

L’asset allocation settoriale ha una moderata impostazione bullish visto che i settori leader hanno sempre sovra performato l’indice nei momenti di rialzo senza però generare volumi significati. L’aumento dei volumi nelle fasi di discesa potrebbe indicare che le mani forti acquistano ogni volta che i prezzi ne danno l’occasione ma comunica nello stesso tempo una necessaria cautela nella sovraesposizione.
Abbiamo così impostato 5 categorie di rating che derivano da valutazioni grafiche, di volumi e di forza relativa:
OOW  OverOverWeighted= valutazione positiva
OW     OverWeighted = moderatamente positiva
 N      Neutral
 UW   UnderWeighted = moderatamente negativa
UUW  UnderUnderWeighted = Valutazione negativa

Ecco qui il nostro suggerimento di allocazione :
OOW Industrial, Insurance, Travel, RealEstate, Retail.
OW Banks, Tech,Utility.
Neutral Basic Resource, Auto, Finalcials, Construction, Personal, Chemical, Energy, Media.
UW Food,Healthcare.
UUW Telecom.
In fase di studio rimangono i Retail che dopo un’importante sovra performance rallentano leggermente ed i Media che fornisco segnali di aumento dei volumi. Sempre ben Impostati i Travel&L. ed i Tech che dopo essere stati fortemente penalizzati fornisco le prime indicazioni d’inversione



ANALISI SETTORI 10 NOV 09
Dopo il rally di ieri abbiamo diverse prese di profitto con due anomalie da segnalare: la prima riguarda il settore Telco, spesso chiamato long da diversi broker nell’ultimo mese, che fornisce segnali di  debolezza, il secondo è il settore Travel, spesso dimenticato per il basso peso nell’indice che viene venduto pesantemente  a -1.39%.
I segnali di oggi indicano un possibile rallentamento della spinta intraday con il settore Food&beverage in campo positivo ed i Basic Rresource a -1.15%. Lo stesso gruppo finanziario(Banks-Insurance-Financials), che mostrava anche oggi un buon denaro, ha perso tutto sul dato dello Zew, ritornando intorno alla parità per recuperare nel successivo allungo ma in % minore rispetto alla mattina. L’area di resistenza dello Stoxx600 posta a 246/246.5 si fa sentire, con altri importanti picchi di volumi in area 248/248.5 mentre una rottura dei minimi di ieri potrebbe riportare l’indice verso i 240.5/241.


ANALISI SETTORI 06 NOV 09
Nonostante l’assenza dai commenti sull’Overview settoriale,non ci siamo dimenticati dei settori dello Stoxx600 anzi, il progetto ha avuto in questo periodo sensazionali miglioramenti che hanno richiesto uno studio assiduo ma che hanno portato ad analizzare anche gli spread fra i settori con i relativi volumi. Nell’ultimo mese si sono susseguiti alcuni temi caldi che hanno visto protagonisti Insurance, Food&beverage e per ultimo il Retail.
La forza degli assicurativi è stata palese ma si è presto affievolita dopo l’aumento di capitale di Ing mentre l’aumento dei volumi e della forza relativa del settore Food&beverage ha generato un’importante conferma dell’inizio dello storno dei listini. Ora il tema caldo riguarda il Retail che ha prodotto performance positive in giornate negative dell’indice ma soprattutto ha violato la zona di volumi in area 229/230 con successivo veloce rally.
I settori leader dei movimenti rimangono i Banks ed i Basic Resuorce anche se l’attenzione delle mani forti e non è concentrata esclusivamente su questi ma si sta spostando anche su settori con un peso specifico minore come Auto e Construction. Prossimo tema caldo potrebbe essere quello delle Utility che sono rimaste al palo per molto tempo e che anche nelle fase di storno degli indici non ha sempre fatto il proprio dovere di settore difensivo, confermando ancora una volta come il settore Food&beverage insieme all’Healthcare rimangano i leader nell’anticipazione dei movimenti primari.

ANALISI SETTORE BANCARIO 1 OTT 09
LINK http://www.thehawktrader.com/ita/immagini/analisibancari20091001.gif

i bancari hanno fatto recentemente (ultimi 2 giorni) uno strappo verso l alto segnando il nuovo massimi dell anno oltre 240.
da li hanno cominciato a ritracciare :ieri dopo il dato ChicagoPMI hanno preso una scivolata notevole. stamattina stanno sottoperformanco l indice generale.
si trovano vicini a punti molto critici , come indico nel chart allegato.
la coincidenza tra trendline rialzista e poc (grafico superiore) è una ghiotta occasione di trading : sia di acquisto sul primo test, sia di stop and reverse in caso di rottura sotto.
in forza relativa si nota come i bancari potrebbero iniziare a sottoperformare l indice generale.
I bancari sono sempre stati , in questi ultimi rally, uno dei settori leaders. Ritengo che qusta loro caratteristica potrebbe penalizzarli molto nel caso in cui lo stoxx dovesse iniziare a stornare.
Un altro settore leader nei rialzi, il basic materials, con cui i bancari andavano a braccetto sta già perdendo molta forza recentemente e dà segnali di warning.

trade del 10 settembre
LINK http://www.thehawktrader.com/news.php?item.6542.6
ho venduto futures sul settore bancario (trattato su eurex) e comprato stoxx50, ratio 2.45 : 1
i miei prezzi di entrata sono 227.90 e 2809
in termini di spread sono entrato a 0.9540 (facendo spread tra indice settore / stoxx600), i supporti sono a 0.91 (barchart) e 0.867 (megaPOC trimestrale).
fino a 91, sarebbe un gain del 5%
la stop piu sensata è a 0.978, ossia sopra un importante zona di volume : in qs  caso perderei 2.3 punti, quindi 2.5%.
il risk reward è a mio favore : 2.5 loss vs 5% gain.

LINK http://www.thehawktrader.com/news.php?item.6541.6
    il settore bancario presenta una sitauzione molto delicata: in qs ultimo rialzo non sta seguendo, e ha perso  forza relativa contro l indice : negli ultimi 10 gg ha sottoperformato 2.4%, insieme a insuranges -1.7% e  financials -0.9%.

sicuramente ha perso l appeal che aveva sino a poco fa : in un portafoglio azionario, alleggerirei la componente bancaria.
per trading, sto valutando di shortare settore bancario e comprare stoxx50, operando cosi in spread.
dato che il ftmib ha una forte componente bancaria (oltre35%) dovrebbe performare peggio degli indici indici


Martedi 1 settembre
CHEMICALS Produttivo peso 3.41% 11° Livello 378.8-1.620 h 14.10
Il settore sta sempre lavorando dentro il canalino rialzista già citato nel precedente report ed ha toccato un nuovo max nella giornata del 25 di agosto a 390.11. Tuttavia nell’ultimo mese ha perso molto in forza relativa, come risulta evidente dall’analisi delle barreFR che hanno espresso debolezza in tutto il mese di agosto , arrivando a perforare principale supporto di volumi in area 1.6250-1.64 (poc 1.6392). Nulla di particolare da segnalare sui volumi. Dall’esame dell’istogramma si nota un’assenza di volumi al di sotto del supporto 374.88 fino in area 357.5-362. Successivo supporto area 331-340 con poc a 331.88 dove si trova anche base del canale rialzista. Strategia attendista.

Utilities (difensivo,peso 6.26%) Livello attuale 331.20 h 9.15
Il settore, dopo un lungo periodo di sottoperformance, sta dando segni di notevole forza. Infatti ha segnato un nuovo massimo di periodo nella giornata di venerdi 28 a 337.99. Il quadro viene reso più interessante dall’analisi delle barre FR, che dopo aver toccato un minimo assoluto a 1.335 nella giornata del 7 agosto si sono rese protagoniste di bel rally inserito in un preciso canalino rialzista e con volumi in netto aumento, fino a raggiungere la resistenza in area 1.43-1.46. Operativamente da monitorare in caso di storno l’area 300-305, principale supporto con poc a 304.43 nel caso N. Da valutare senz’altro un long in spread nel caso in cui su barre FR si riesca a passare area 1.5050. Fondamentali i volumi a supporto.

 Energy (difensivo, 9,62%) Livello attuale 301.8 h 9.16

 Il settore sta sottoperformando l’indice di riferimento, incapace di andare a testare nuovi massimi durante l’ultimo strappo rialzista di quest’ultimo. Dall’analisi delle barre FR, rinchiuse in un preciso canalino ribassista da metà Giugno , balza all’occhio un doppio minimo annuale fatto in divergenza rialzista di VSI. Al momento siamo in attesa di spunti operativi, segnaliamo solo i poc a 291.18 (N) e 1.3838(FR)

Industrials (produttivo, peso 6.85%) Livello attuale 225.9-h 9.20
Il settore ha dimostrato un ottima forza riuscendo, dopo una breve fase laterale maturata nelle prime 3 settimane di agosto, ad andare a toccare nuovi max annuali (229.96). Le barre FR stanno ancora lavorando dentro il preciso canalino rialzista segnalato nel precedente report  e sono andate a segnare un triplo max annuale a 0.965. Anche l’ultima accelerazione rialzista è avvenuta con volumi in netto aumento in entrambi i casi. Tuttavia, come già segnalato nel precedente report, dall’esame dell’istogramma  di medio periodo, si nota come questa salita sia avvenuta in modo molto rapido e senza la consueta creazione di aree di volume oltre il supporto 202 (199.27 poc). Massima attenzione quindi a futuri sviluppi operativi: in caso di rintracciamento, il settore non avendo adeguati volumi a protezione potrebbe tornare violentemente sui suoi passi, fino al supporto indicato.

                                                                                                  Giovedì 27 agosto

ANALISI STOXX 600 ore 12:30 236.30

L’analisi dei volumi dello Stoxx 600 mostra chiaramente un grafico “ripido” sorretto da una trendline rialzista di breve periodo che transita in area 230, zona che coincide con un importante picco di volumi che comprende l’area 228/230. Solo un cedimento di questi livelli potrebbe modificare lo scenario mentre l’indice al momento è tenuto in un trading range sui massimi dal flusso di denaro che sta entrando sulle utility che anche oggi sovraperformano nettamente tutti i comparti. Segnaliamo quindi l’accumulo di volumi in area 236/236.5 mentre graficamente vi è in formazione un diamante che potrebbe aprire le porta ad un’esplosione di volatilità con supporto a 235.5 e resistenza a 237.5. Questi livelli sono validi nel breve periodo mentre per un cambio di scenario più duraturo monitoriamo i livelli di volumi prima citati in area 230/228 e successivamente l’accumulazione i volumi da cui è partito il rally in area 208/210.
                                                                                                   

                                                                                                   Martedì 25 agosto


Il rally di venerdì è stato accompagnato da volumi che sono aumentati su tutti i settori in particolare Energy,utility e construction, raddoppiando i volumi trattati a livello daily, mentre sono rimasti nella media weekly i settori che hanno trascinato il rialzo fino a giovedì come banks e basic resource. Questo dato potrebbe indicare un inizio di rotazione settoriale che bisogna monitorare con attenzione e che richiede una conferma nella settimana in atto. Dal punto di vista weekly segnaliamo la netta esplosione del settore construction, che nonostante abbia un peso relativamente basso nell’indice, sta attirando molti volumi con una forza relativa in costante aumento. L’avvicinarsi dei livelli grafici e psicologici pre-lehman potrebbe favorire prese di benefici su settori come il basic material quindi monitoriamo attentamente gli sviluppi per aprire posizioni in spread.                                                                                                                                   
                                                                                                     Martedì 18 Agosto



Banks
Finanziario peso 12.69%  1°  Livello 217.50 – 0.963 h 13.10
Il settore stà lateralizzando dopo l’ultima gamba rialzista partita da metà luglio Il range ristretto ha i suoi estremi a 212.31 (supporto) e 224.91 (resistenza). Dall’analisi dei volumi si nota una notevole attività sviluppata nella prima settimana di agosto, attualmente nella media del settore La situazione viene resa operativamente più interessante dall’analisi delle barre FR : anche in questo caso ci troviamo in un laterale molto simile, con un supporto perfettamente testato a 0.945. Il contemporaneo cedimento dei due supporti darebbe la possibilità di uno short out right con target area 190  e successivo supporto poc a 179.85. Essenziale l’aumento di volumi. Impostazione Neutrale

Food difensivo peso 6.31% 6° livello 251.7 - 1.1233 ore 15:30
L’esplosione di volumi nelle giornate del 12 e 13 agosto hanno preannunciato lo storno dei listini con la forza relativa del settore che allunga sensibilmente verso l’alto violando la trend ribassista a 1.098 ed il poc weekly  posto a 1.117. L’inversione di tendenza di R coincide con un andamento laterale del settore che ha come ostacolo principale la resistenza di volumi  in area 253.3/253.5 mentre supporti posti nell’ampia area 321/322. Un cedimento di quest’ultimo livello ed un ritorno della forza relativa sotto 1.117 potrebbe aprire le porte ad operazioni in spread con short sul settore e long di indice. In caso contrario una violazione della resistenza a 1.13 di forza relativa potrebbe aprire le porte ad una nuova debolezza degli indici azionari. L’impostazione passa in campo NEUTRALE.

Insurance Finanziario peso 4.45%  8°  Livello 139.4 - 0.616 h 13.13
Il settore si presenta all’interno di un canalino rialzista dai minimi di marzo. Sta lateralizzando da 2 settimane con volumi nettamente al di sopra della media. La situazione è simile nel caso delle barre FR dove il supporto 0.608 e la resistenza 0.623 definiscono il range trading. Al momento una discesa fino a ritestare i maggiori supporti di volume in area 129-130 e 0.60 (FR), può essere vista come occasione di acquisto. Impostazione Neutrale

Basic Resources Produttivo peso 3.50%  10°  Livello 378.7 - 1.679 h13.44
Il settore si presenta graficamente in modo molto interessante. Pare si stia completando la spalla dx di un bel Testa e Spalle ribassista con neck a 366.35 e potenziali 50 punti di rintracciamento. Il quadro viene ulteriormente arricchito dall’esame delle barre FR: ci troviamo infatti sul poc degli ultimi 5 mesi (1.6722) ed un passaggio sotto il supporto 1.562 esprimerebbe chiara debolezza. Al momento i volumi sono nella media di periodo, ma in caso di aumento, un contemporaneo passaggio sotto la neck ed il supporto citato (FR) sarebbe un bel segnale di short out right.

Chemicals Produttivo peso 3.41%  11 ° Livello 367.8-1.625 h12.58
Il settore si presenta ancora inserito in un canale rialzista dai minimi di marzo. Siamo nella parte alta del canale e discese fino ai supporti 340-320 (poc a 331.88) non modificherebbero lo scenario rialzista di fondo.  Sulle barre FR siamo in area poc a 1.6392 inseriti in un canalino ribassista partito da inizio agosto. Volumi nella media .Impostazione Neutrale

Auto Produttivo peso 1.94%  16 ° Livello 229.1 - 0.9628 h15:40
Il settore auto, dopo aver rotto l’importante supporto in area 240/239 ha fornito ulteriori segnali di debolezza, sottoperformando nettamente il mercato nelle fasi di discesa. L’obiettivo risulta essere così il picco di volumi in area 226 e successivamente l’importante zona di accumulazione,da cui è partito il rally degli ultimi mesi in area 210/208. Un ritorno su tali livelli potrebbe essere sfruttato per aprire posizioni long mentre aspettiamo un assestamento dei prezzi per verificare quali livelli di forza relativa prendere in considerazione. Sicuramente entrambi i grafici sono inseriti in un canale discendente che non sembra fornire segnali di inversione. Impostazione: UW
                                                                                                                                    
                                                                                             mercoledì 12 agosto

Energy   difensivo peso 9,62% 2°   Livello 291 ore 10.10
Il settore si sta muovendo all’interno di un preciso canalino ribassista partito dai massimi del mese di Luglio a 303.52. Ci troviamo su supporti importanti: l’area 286-294 è la principale zona di volumi degli ultimi 5 mesi (poc a 292.52) e la sua violazione potrebbe portare ad uno storno avente come 1°target 272.5 e  successivamente 252-257 ( supporto volumi). La debolezza viene confermata dall’analisi delle barre FR: il settore dopo un’accumulazione in un range molto stretto (1.34-1.36) durata tutto il mese di luglio, ha acellerato al ribasso. Volumi sotto la media. Impostazione: NEUTRALE

Healthcare   
difensivo peso 9.77% 3°  livello 329.3 ore 14:10
La lateralità del settore in questo ultimo mese ha generato degli istogrammi settimanali che da metà luglio rappresentano degli Inside cioè con massimi decrescenti e minimi crescenti. La diminuzione di interesse è netta ma la formazione di poc allineati nelle ultime tre settimane in area 327.24/328 indica come questo livello sia importante e faccia da fulcro d’attrazione degli scambi. Primi segnali di ripresa della forza relativa che va a violare la resistenza a 1.45 puntando direttamente al doppio poc a 1.47/1.475 . Nell’attesa di un allungo direzionale, monitoriamo l’importante supporto, sia grafico che di volumi, in area 321/322
ed i massimi di periodo a 330.81. Impostazione: NEUTRALE

Industrials  produttivo, peso 6.85% 5° Livello 214.4 ore 12.03
Il settore è stato protagonista di un notevole rally (21% circa)che ha caratterizzato l’ultima gamba rialzista partita da metà luglio. Il rialzo è stato accompagnato dal movimento dalle barre FR inserite in un canalino rialzista dai minimi del 23.06. Dall’esame degli istogrammi da inizio marzo notiamo in entrambi i casi una carenza di volumi formati nell’ultima gamba precisamente sopra il supporto 202.20 (poc a 199.27) e 0.947 nel caso delle barre FR . Il settore si presenta quindi  molto “tirato” al rialzo ed un pull back sui supporti  è  molto probabile. I volumi in aumento (+20%) negli ultimi 3 giorni danno la possibilità di short out right sotto 212.90 rafforzato dal contemporaneo passaggio di barre FR sotto 0.945. Stop loss sopra i max ,target appena sopra il supporto citato (202.20). Impostazione:OW

Food&Beverage  
difensivo peso 6.31% 6° livello 252.7 ore 14:10
Il settore era inserito all’interno di un triangolo che aveva come resistenza grafica i 259.5 punti e come e supporto a 256.5 punti,  livello quest’ultimo che è stato rotto in mattinata portando il settore verso l’importante zona di volumi in area 250/247
. L’esplosione della forza relativa nella giornata di ieri conferma lo scettro di settore difensivo ma questa mattina lo storno è arrivato puntualmente non appena i mercati hanno fornito segnali di rimbalzo tecnico. I movimenti di questo settore risultano fondamentali per anticipare l’andamento dei mercati e nel medio periodo non ci sono ancora segnali netti che possano indicare una ripresa della forza relativa anche se l’aumento degli scambi nell’ultima settimana preannunciano possibili movimenti direzionali. Impostazione: UW

Utilities 
difensivo peso 6.26% 7°  Livello 310.10 ore 10.50
Il settore dopo il notevole rimbalzo (12% circa) dai minimi di luglio, sta accumulando volumi  nella zona compresa tra il supporto poc 304.43 e la resistenza 313.99 dove ha incontrato trend dinamica di medio periodo partita da 331.4. Il quadro è reso più complesso dall’analisi delle barre FR dove il settore ha appena aggiornato i minimi annuali a 1.3351,  muovendosi all’interno di un canalino ribassista partito da inizio marzo. Il superamento dell’area 1.43-1.50 (poc a 1.4621) su barre FR darebbe un notevole segnale di forza al settore. Volumi sotto la media. Impostazione :NEUTRALE

                                                                                                                 martedi 28 luglio

Basic resources UW peso 4.5% 377.86 1.7207 h 14.59
Nel rally partito il 13 luglio, è salito 28%, con una performance del 12% superiore allo stoxx. Non è riuscito pero a rompere i massimi di metà giugno (394.75) fermandosi a 393, e oggi è preda di deciso profit taking : ha già rotto il low di venerdi ed è sceso sotto il POC di settimana scorsa (383.7), Dai massimi ha perso 3.8%.

Banks (difensivo 15.2% chiusura ieri 200.2, ora 200.88, 0.907  )
nel rally partito due settimane fa il bancario è salito oltre 18%, sovraperformando lo stoxx di circa 2%. Il canale ascendente è molto ripido, e , come dax e stoxx, anche ieri il bancario ha quasi rotto al ribasso, per poi recuperare sul finale. Sotto il Low di venerdi, 198.47, il primo supporto di volumi arriva a 193.16, POC di settimana scorsa.  POssibile short : sotto 198.47 target 193.16 : 2.5%.
Supporti : H precedente di fine giugno a 190.61, poi POC bimestrale a 180.
Resistenze: 211.24  219.26 di nov 08, e poi si sale fino all area 250 circa pre-lehman.
Al momento non dà segni di debolezza ma al tempo stesso non sovraperforma in modo significativo, quindi si puo stare investiti in % neutrale.

giovedi  9 luglio
Basic resources UW peso 4.5% 322.8 1.613 h 11.45 : dopo la forte discesa da giovedi scorso, sta rimbalzando deciso oggi, e ha recuperato 3% rispetto allo stoxx600. Resta pero in un canale discendente (di qui l UW).IL canale è 295.77/342.15. 341.75 ottima occasione di short x un POC enorme, che freneraà la salita. Per long, aspetterei 295.70 (base del canale disc).


mercoledi 8 luglio
Chemicals (produttivo, peso 6.85%) livello 318.08 1.599 h 14.48
La rottura corale dei supporti indicati nello scorso report (322.85) ha dato il via ad uno short outright nella giornata del 6 Luglio, rafforzato anche dal cedimento di 1.5939 su barre FR. Il Testa e Spalle ribassista avrebbe target  in area 282, con 1° presa di beneficio  a 311. Stop loss a 334. Unica nota negativa i volumi sul settore sono in diminuzione, ma rimangono stabili rispetto all’indice.

Media
(ciclico, peso 2.2%) Livello attuale 124.14 0.622  -  h 15.04
Il settore stà lavorando all'interno di un canalino ribassista, ha ROTTO UN’ IMPORTANTE SUPPORTO posizionato in zona 130, dove passava anche una trend dinamica partita dal bottom del 9 Marzo. La discesa è stata subito frenata dal successivo supporto in area 125.40. Il settore è appena passato sotto tale supporto, tuttavia l’operatività viene ostacolata dall’analisi delle barre di Forza Relativa che, dopo aver toccato un nuovo minimo a 0.605 il 12 giugno, si sono messe in laterale. Al momento sono nella parte alta del range (0.605-0.625). I segnali che giungono dall’analisi dei volumi restano neutrali, con un cauto aumento di interesse per il settore nell’ultima settimana.

martedi 7 luglio
Utilities(difensivo,peso 6.26%) Livello attuale 289.88– h 14,15.
 Il settore  ha rotto l’importante supporto a 294 indicato nel precedente commento, neck di un Testa & Spalle ribassista con possibile target zona 271. Tuttavia dall’analisi dei volumi balza all’occhio il notevole decremento generato dalla rottura che induce massima cautela. Un pull back in area 294-296 può essere occasione di short out right con una stop loss piazzata  sopra la rocciosa resistenza poc(301-303).UW,fondamentali i volumi in aumento.
Dall’analisi delle barre FR si nota un’interessante accumulazione in area 1.436-1.47 da monitorare.

Energy (difensivo, 9,62%) Livello attuale 275.68 h 14,15.
 Debolezza: il settore ha rotto la TL dinamica che sosteneva il movimento rialzista, con le barre FR che contemporaneamente sono passate sotto il supporto 1,37. Ci sono tutti gli ingredienti per aprire una posizione di short out right con stop a 292.80 sopra l’area poc (288-292) e target 255-258.

Industrials (produttivo, peso 6.85%) Livello attuale 187.07-  h 14,30
Il settore è stato bruscamente respinto dalla vicina resitenza 199.50-202.98 già citata nel precedente report, stiamo tornando pericolosamente vicino al supporto 182.90 che aveva respinto il precedente flusso di vendita. Dall’analisi delle barre FR si ritrova la debolezza del settore, ci troviamo infatti nn lontani dal fondamentale supporto 0.908.
Situazione da monitorare.Su aumento di volumi e cedimento dei sopra citati supporti, si delinea un ottima possibilità di short.

Travel ( ciclico, peso 1.16%) Livello attuale 90.75 – h 14,30
 Il settore ha rintracciato ben il 50% di tutto il movimento rialzista partito il 9 Marzo, trovando supporto in area 90-91. Estrema debolezza in FR ai nuovi minimi di periodo. Molto probabile una rottura ribassista della flag nel quale stà lavorando dal 18 Giugno. Su aumento dei volumi , buona possibilità di short out right alla rottura di 90, target 84.77 , successivo 81.50 (supporto V). POC semestrale 97.86

Healthcare peso 9.77% 3°, 303.14 1.4949 h 11.19
Il settore sente l'importante supporto in area 298/300 rimbalzando da tali livelli con volumi che rimangono bassi rispetto alla media. Solo un ritorno sopra la zona di volumi a 309/311 potrebbe riportare l'indice verso l'importante resistenza in area 320. Al contrario un cedimento di 297.4 potrebbe aprire nuove prospettive bearish, in quanto tutti volumi sulla testa aumenterebbero al pressione sul denaro da parte dei venditori. Anche l'istogramma  weekly conferma tale descrizione e segnala una zona di resistenza in area 309/310, così come la forza relativa che torna violentemente verso i massimi di periodo.

Food&Beverag
e peso 7.09% 5° 2403.64  1.18
Nonostante i volumi in forte calo il settore fa segnare nuovi massimi a 243.96 per poi ritornare in area 240, zona in cui nella giornata di venerdì ha fatto segnare un poc molto appuntito. L'andamento del settore risulta particolarmente interessante in quanto mostra un'ottima forza relativa, prendendo lo scettro di settore difensivo a scapito dell'Healthcare che ha in parte seguito l'ultimo storno dell'indice. Nella Barre a volume la presenza di una netta divergenza ribassista con il Vsi faceva capire che l'allungo aveva il fiato corto ma l’ importantissima zona di volumi fra 238 e 236.5 (il poc molto appuntito degli ultimi 5 mesi insieme con 216.03) che sostiene il rialzo in atto,conferma che il settore è saldamente in mano ai rialzisti.

Personal peso 4.48% 11mo, 324.80 1.263
Rimane in ampio trading range fra 251 e 260  con volumi in diminuzione mentre le barre relativa dopo aver violato al trend ribassista non riescono inizialmente ad accelerare per poi vira violentemente al rialzo facendo segnare nuovi massimi di periodo a 1.2712. I pochi volumi sconsigliano di implementare operazioni anche se continueremo a monitorare la forza relativa per cogliere possibili allunghi direzionali del settore.

Retail 3.49% 12mo, 210.04 1.035
Fa segnare nuovi massimi di periodo in divergenza ribassista. I volumi non offrono grossi spunti vista la distribuzione uniforme a panettone. Solo una rottura di 202.7 potrebbe attirare nuova lettera. Buona forza relativa sui massimi di periodo e con supporto a 1.027. Monitoriamo attentamente una fuoriuscita dal range con aumento di volumi

Construction  2.50% 14mo, 206.5 1.017
Settore sui minimi di periodo in area 202/203, una rottura di tali livelli potrebbe attirare nuova lettera. Forza relativa in continua discesa ma volumi rimangono nella media quindi attendiamo di vedere un aumento dell’attività per aprire posizioni short.

lunedi 6 luglio

Basic resources UW peso 4.5% 319.02  1.5865 h 14.04 : in due giorni il settore perde 8.5%, sottoperformando lo stoxx di oltre 4%. Il segnale short entrato giovedi (discesa sotto 340, con POC mensile a 342.70 e rottura Tline rialzista) è stato chirurgico Supp a 315.3 LO, 308.2 V, 300.33 LO. in FR ha rotto il range 1.616 1.70 (POC 4 mesi proprio a 1.67) ed è sceso a 1.5850 L di oggi. Il segnale short era short sotto 1.655. Prossimo supp importante a 1.513 LO.

BANKS Neutral difensivo 15.2% 174.78 0.869 h 14:12. Il settore perde, ma tiene bene contro indice (FR stabile, in leggero rialzo). Ha rotto il canale ascendente simile a dax e stoxx. sotto 179 avrebbe rotto il canale e si è fermato oggi in area 174. Res a POC 180.40/181.40. Supp 171.1 169.6 (V) 163.838 (LO). in FR il settore non ha perso niente e gravita intorno al POC 2mesi (0.865/87) : x essere sicuri di un trend di UW occorre che rompa 0.857 LO. Supp 0.851 LO, 0.8158 V.
Al rialzo sopra 184 denota buna forza con target 187 188.5 190.6 , tutti LO. Forza Relativa : tra 0.88 e 0.884 ci sono almeno 5 top, con il H a 0.894.

giovedi 2 luglio
Energy (difensivo, 9,62%, 285.76 1.384 h9.46 ): Sempre mlt importante la tenuta della TL che arriva dai minimi di periodo del 3 Marzo, toccata a 276.17, che oggi passa a 280. Appena sopra, troviamo fondamentali resistenze area poc 288-295. Due scenari : sale sopra il POC => rialzo. Rompe la TL a 280 => riparte la discesa, target 1.329. L’analisi delle Barre di Forza Relativa  indica lo stesso tentativo di reazione, siamo anche qui su area poc a 1.40. Il passaggio sotto 280, accompagnato dallo storno su Barre di Forza relativa sotto 1.37, sarebbe una buona occasione di short outright  con stop sopra  295 .Fondamentali i volumi in aumento

Basic resources
peso 4.5% 347.90 1.679 h 9.22 : il POC mensile si  alzato a 342.70, al momento ci stiamo sopra e questo garantisce un certo supporto. Il supporto piuimportante è 325, ma prima di questo 340 è un bel livello dove provare uno short : infatti saremmo sia sotto il POC che sotto una serie di supporti allineati tra 340 e 341.50.
in FR siamo da metà giugno in range 1.616 1.70, con POC 4 mesi proprio a 1.67. Il segnale piu forte è la rottura di 1.616, ma già sotto 1.655 c'è concreto indebolimento rispetto all indice => da andare UW.

BANKS difensivo 15.2% 179.78 0.866 h 9:07. anche il settore sta lavorando dal 23giu nello stesso canale ascendente di dax e stoxx. sotto 179 avrebbe rotto il canale : quindi se in close sta qui sotto, si puo shortare. stop a 183 (sopra il POC 180.40/181.40), target 174 171.1 169.6 (V) 163.838 (LO). Analogo chart sulla ForzaRelativa : il POC è a 0.865/87, la trendline passa a 0.864 : sotto questo livello, banks dovrebbe sottoperformare indice. Tgt 0.857 LO, 0.851 LO, 0.8158 V.
Al rialzo sopra 184 denota buna forza con target 187 188.5 190.6 , tutti LO. Forza Relativa : tra 0.88 e 0.884 ci sono almeno 5 top, con il H a 0.894.

mercoledi 1 luglio 2009

Industrials (produttivo, peso 6.85%193.86 0.5973) -  h 10.00
Il settore, dopo aver rotto il canalino rialzista nel quale lavorava dai minimi del 9 marzo, ha trovato un valido supporto in area 182.90 e stà consolidando  un recupero verso la forte resistenza 199.50 -202.98, area  da cui è stato respinto ben 4 volte negli ultimi 2 mesi. Dall’analisi delle barre di Forza relativa si nota un ritorno al centro di un ampio range trading iniziato a Febbraio, dopo aver testato il fondamentale supporto a 0.908. Strategia attendista avvallata da volumi al di sotto della media.
Chemicals (produttivo, peso 3.6% 335.08 1.6083) -  h 10.00
Il settore ha subito una rapida correzione dai top del 9giu a 363.24 ed ha recentemente testato il supporto  a 322.85 dove passa anche la trend dinamica che sostiene il movimento rialzista dai minimi del 9marz. Ci troviamo in una zona molto sentita: al ribasso su rottura di 322.85 parte un imponente Testa e Spalle ribassista, rafforzato dalla rottura della trend citata in precedenza, con target area 282. Al rialzo segnaliamo l’importante resistenza posta a 340.88 zona in cui si trova anche poc semestrale posto a 339.63.
Le barre di Forza Relativa ci indicano chiaramente una sottoperformance rispetto all’indice generale. La rottura del doppio minimo a 1.5939 rafforzerebbe la possibilità di uno short out right. Fondamentale l’aumento di  volumi (al momento sotto la media di periodo in entrambi i casi).

martedi 30 giugno 2009
Healthcare: il settore rimane caldo dopo lo storno con volumi in aumento. Il supporto in area 300 tiene perfettamente ed il settore tenta il rimbalzo. La partita è molto delicata anche perché il grafico in forza relativa [prezzo settore / prezzo stoxx600]  rimane debole. Da valutare short alla rottura di 300/298
Food&Beverage: rimane stabile sui massimi di periodo in area 240 con buoni volumi a supporto in area 237/235.5, la cui rottura potrebbe confermare lo scenario impostato dall’Healthcare, riportando il settore all’interno dell’ampio range fra 229 e 239. Debolezza in forza relativo vicino al supporto del poc a 1.15/1.148. VOLUMI IN CALO
Personal: Rimane in trading range con volumi neutrali. Le barre ForzaRelativa dopo aver violato al trend ribassista non riescono ad accelerare tornando a testare la trend a 1.235. Rimaniamo in attesa di sviluppi.
Da segnalare:
Construction: rompe la trend ribassista in FOrzaRelativa a 1.033. Volumi rimangono nella media quindi attendiamo di vedere un aumento dell’attività.
Auto: dopo aver accumulato in area 204 va a violare l’importante zona di volumi della settimana scorsa in area 210/211 giungendo sul bordo della parte bassa della distribuzione posta in area 220/230, zona in cui molte mani forti avevano alleggerito le posizioni dopo il rally del 40% dai minimi di marzo. Un rientro in questa zona potrebbe attirare nuovo denaro.
Banks (180.82 0.869 h 9.41) : sta costruendo un canalino ascendente identico a quello di dax e stoxx, dai minimi del 23 giugno (171 e 0.851). In qs rimbalzo ha sbattuto contro un mega POC di due mesi a 0.8650 e 181.53. Le trendlne che supportano il canalino passano a 176.50 e .0861. Livelli critici al ribasso, rotti i uali si puo impostare short sono questi due citati e poi, piu importanti, 0.851 e 171 (Low 23 giugno)
basic resources    (352.50 1.691 30giu, h 10.26)  dopo l imponente discesa da metà giugno, (394 => 325, 1.84 => 1.61, -17%), il BR ha fatto un rimbalzo dal 23giu del 7%. SI è riportato sopra il poc degli ultimi 2 mesi (341.75 e 1.67), che ora sta agendo chiaramente da magnete. Difficile individuare segnali forti di trading : probabilmente entriamo in un range trading, passate le esagerazioni rialziste di inizio giugno, con estremi 363.50 325 e 1.715 1.616.  Sotto 325 e 1.616 si crea un imponente testa e spalla ribassista con target 17% di discesa ulteriore
Scendendo piu' sul breve termine : supporti  sono 1.666 e 340, rotti i quali si scende a 325 e 1.616. AL rialzo res a 1.70 e 354.14, con target 1.755/1.76 e 369/370
insurance  (123.66 0.593 30giu, h 11.12)
il settore è molto fiacco : sta sottoperformando l indice generale da inizio maggio, e ha perso il 5% (con un picco del -8%). in qs quasi 2 mesi è rimasto in un range trading ampio 10% : 117.20 - 131.50. Questo range puo essere diviso in due parti da 126.50, molto evidente. Non ci sono canali o pattern tecnici particolarmente rilevanti. Prima di arrivare agli estremi del range trading, si puo cercare di prendere posizione sfruttando livelli intermedi : sotto 122, probabile accelerazione nuovamente vs 117.20 (-4%), stop loss a 124.90. 126.50 è una resistenza interessante, rotta la quale c'è spazio fino a 129.28 (POC mensile, imponente).
La rottura di 131.50 lo spinge verso 141 (H di genn09 e ott08), mentre sotto 117.20 si scende a 108, 100/102, 94.5 e 73.80 (L di marzo)
TELCO    (220.9 1.056 30giu, h 11.12, peso 6.93% difensivo)
Durante il rally partito il 9marzo, ha perso terreno, sottoperformando di quasi 25% (da 1.30 a .983) : è infatti restato in range 205/220 mentre l indice rellava.Dal 12 giugno sta ovviamente recuperando, non solo in forza relativa (passato da 0.98 a 1.07) ma addirittura in valore assoluto (da 206.75 a 220.39) : chi avesse comprato telco a metà giugno non solo non avrebbe perso (come invece ha fatto l indice generale) ma avrebbe addirittura guadagnato 6%. Attualmente è molto forte (indica ritorno di interesse sui difensivi) e ogni pullback sarebbe da comprare : supporti a 214.80 (POC di 4 mesi). Sopra 223 potrebbe acceelrare con un target a 240 circa. IN forza relativa c'è un bellissimo testa e spalla rialzista, neckline 1.07, con tgt 1.15. Comprare adesso mi pare eccessivo (siamo sulla neckline) : preferisco aspettare un pullback sui livelli 1.037/1.044, 1.005. Se pero' rompesse al rialzo, attenzione alla dinamica inversa con i ciclici.
Energy (Difensivo, peso 9.62% 287.49 1.4633 1.3848 – h 14.30)
 Il settore, dopo il repentino storno partito il 10giu (-11%), stà provando una reazione : una trendline che parte dai minimi del 3mar e sostiene l’intero movimento rialzista ha fermato la discesa a 276. Sotto 276/77, si apre spazio per discesa a 270, 262 e 254.7 (POC importante). Importanti res a 298 e 294.30. Sul fronte dei volumi si nota un netto recupero rispetto all’indice (+18%). Al momento rimaniamo neutrali sul settore: dall’analisi delle barre Forza Relativa siamo sotto l’importante resistenza posta a 1.4024, il suo superamento rafforzerebbe la cosistenza del rimbalzo in atto.
Utilities(difensivo,peso 6.26%  304.05 1.4633 – h 14,15)
 Il settore continua ad essere al centro dell’attenzione. Nell’ultima settimana i volumi sono stati sempre elevati sia sulla sua media (+15%), sia soprattutto rispetto all’indice (25%). In questo momento ci troviamo nella parte alta del range descritto nel report precedente (294-309) già al di sopra del poc di medio periodo posto a 301. Alla rottura della resistenza posta a 309.35 buona possibilità di aprire long outright con target 318.75 e 331.40. L’operazione acquisterebbe forza nel caso in cui le barre Forza Relativa riuscissero contemporaneamente a portarsi sopra la resistenza posta a 1.488. Se invece dovesse rompere 294, si crea un testa e spalla ribass con obiettivo 271

venerdi 26 giugno 09
La spinta rialzista dei settori difensivi ha subito un  rallentamento : in genere la debolezza dei difensivi corrisponde ad un rally degli indici generali. Nel caso attuale ci sono due elementi di dubbio in qs correlazione (A e B di seguito)
L’healthcare [300.60] non riesce a raggiungere il target in area 320. Ha stazionato a fra 310/312 e ha accelerato al ribasso mettendo nel mirino l’importante sona di volumi a 300. Tuttavia questa accelerazione è stata accompagnata da volumi  in diminuzione, e quindi richiede altre conferme per indicare un possibile ritorno del sentiment bullish sugli indici ( A)
Secondo elemento di dubbio (B) riguarda l’altro settore difensivo per eccellenza, il Food&Beverage [237.2] : rimane particolarmente vigoroso e non mostra segnali di cedimento, accumulando volumi in area 236/237.
In attesa di verificare quali aspetti anticipatori indichino il prossimo movimento direzionale degli indici azionari, abbiamo da segnalare la ripresa del settore auto [217.42] che dopo aver accumulato in area 204 va a violare l’importante zona di volumi della settimana scorsa in area 210/211 mettendo così nel mirino un ritorno verso l’ampia area di distribuzione posta a 220/230, zona in cui molte mani forti avevano alleggerito le posizioni dopo il rally del 40% dai minimi di marzo.
BasicResources, [346.4] ciclico per eccellenza, ha perso 17% dai massimi, dando il via alla discesa dell indice generale. Dopo aver toccato il low a 325, si è riportato sopra un POC enorme a 341.75. Non da al momento segni di recupero. Se dovesse rompere 340, darebbe un segnale bearish molto netto. Una salita sopra 351 invece ripropone i rialzo aiutando la ripresa anche degli indici generali.
Banks [176.90] : hanno accompagnato tutto il rally dal 9 marzo. Dai massimi 190.61 son sotto del 10%. Stanno perdendo forza rispetto all indice e una discesa sotto 171 mina seriamente la forza del settore (supporti a 1.60/61 e 1.51). Grossi volumi nell area 180.5-186.5 frenano i tentativi di recupero.
IL settore Telco,[218.32]  tipico difensivo, ha messo a segno un recupero di 4% da metà giugno, che pero è diventato oltre il doppio se si considera la discesa degli indici generali. Ha una resisnteza importante a 220 sopra la quale punta a 225 e 235 (H dell anno). il POC sostiene il rally (214.80).
Energy:[283] Continua la debolezza del settore dopo aver lungamente sovraperformato l’indice di riferimento. Ci troviamo sotto importanti zone di volume individuate in area 287-298, area dalla quale era partita l’ultima gamba rialzista. Prossimo supporto in area 266, successivo 257.50.
Utilities:[ ] Il settore è caldo e  stà confermando la sua vocazione difensiva. Durante l’ultimo storno azionario ha acquistato forza relativa (+30% di volumi nell’ultima settimana rispetto alla sua media e +20% rispetto all’indice). Al momento stà accumulando volumi all’interno del range 294-309.
 
martedi 23 giugno 2009
L’analisi settoriale delle ultime due settimane poteva essere sfruttata per identificare perfettamente il movimento primario degli indici. Infatti i principali settori difensivi sono stati oggetto di attenzioni da parte delle mani forti con un incremento di volumi ed un andamento in decisa controtendenza. In particolare il settore Healthcare,già indicato in precedenza, ha anticipato lo storno dei mercati facendo segnare nuovi massimi di periodo in area 315 e mettendo nel mirino la zona di volumi e di resistenza a 320. Subito dopo si è mosso anche l’altro settore difensivo per eccellenza: il Food&Beverage. Quest’ultimo si è portato sui massimi in area 237/238 con volumi nella media ma con una divergenza rialzista che segnalava l’inversione già a 232. La situazione rimane nel breve periodo ancora in mano agli orsi e solo una presa di beneficio su questi due settori, con la rottura dei volumi orizzontali che sostengono il movimento, potrebbe aprire le porte un nuovo rally rialzista sugli indici. Monitoriamo quindi la fine della distribuzione dei volumi a supporto che sul Food è presente in area 230/229.5 mentre sull’Healthcare fra 229/227
La situazione degli altri settori rimane debole, anche l’Energy e le Utility risentono della prese di beneficio in atto, così come i settori ciclici. Da sottolineare il fermento del Basic Resource che dopo aver rotto la trendline rialzista con volumi in forte aumento,mostra una fase di assestamento con un continuo aumento degli scambi, sintomo che qualcosa di importante deve ancora avvenire.

mercoledi 17 giu 2009
Il settore Healthcare nella seduta di venerdì ha generato un incremento di volumi notevoli,quasi il doppio rispetto alla media giornaliera delle ultime tre settimane, unito ad una netta rottura del “poco ripido” canale rialzista in atto ormai da marzo. La violazione della parte alta del canale a 305 è supportata da due fattori: il primo riguarda i buoni volumi accumulati in area 297/300 , il secondo da un’assenza di volumi fino a 320, zona che potrebbe essere ricoperta in questo movimento.
Considerando che il settore ha mostrato in passato che le caratteristiche difensive, unite all’accelerazioni di volumi, generavano prese di profitto sull’indice, abbiamo implementato operazione in spread vendendo eurostoxx future e comprando il settore, generando una posizione neutrale sul mercato, riducendo il rischio ma sfruttando
maggiormente le potenzialità di una semplice operazione direzionale.

Settore Bancario : prestare max attenzione alla rottura al ribasso di 179. Sotto questo livello infatti il target di discesa è 164 e 155.5, Il settore, dopo aver guidato al rialzo tutto il rally da inizio marzo, sta perdendo forza contro indice. Meglio ridurre e riportarlo a Neutral. Se rompe 0.86 (rapporto settore/indice), lo declassiamo a Underweight