Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2020
LuMaMeGiVeSaDo
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 
 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 481
Sondaggi precedenti
Feed RSS
Le news possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


mercoledì 28 ottobre 2020
1524 continua il sell off sugli indici europei - aumenta la vola - troppo presto pensare ad un appiattimento di curva contagi - elezioni Usa altro fattore critico

gli europei continuano a scivolare verso il basso.
Il movimento deli usa, sia lato przzo che lato volumi, continua a essere molto diversa.
Per esempio, ora dalle 1430 in poi, ci sono molti volumi, ma sono ancora molti punti di percentili inferiori a quanto visto oggi su dax e stoxx.
 
Questo non vuol dire che siamo vicini ad un bottom o ad un esaurimento di questa fase di momentum ribassista.
Personalmente, anche se fuori, ritengo che gli idnici debbano ancora scendere, e gli europei in particolare.
 
Il dax è arrivato vicno al minimo dello spread vs es segnato a marzo : h calcolato precisamente il livello minimo toccato (era il future marzo dax verso future giugno es, il 19 marzo) ed è risultato 3.46.
Siamo ora ad un soffio da questo minimo : ora quota 3.499 per esempio.

Ma lo stoxx ha già rotto ogni supporto sia storico che di marzo. Quindi non mi fido particoalrmente dello spread per cercare punti d ingresso contrarian long.

Guardando i supporti di lungo termine, sia di volumi che di swing, sul dax emerge una zona molto robusta intorno a 11.100 -11150.
Sarebbe anche il target del testa e spala ribassista, piu volte segnalato : neckline 12300, distanza necklien testa 11.150, che proiettata al ribasso significa 11.150.
direi che si allineano molti pianeti su quei livelli.
 
La Bce domani non dovrebbe dare nessun segnale particolare per gli indici.
Tuttalpiu puo servire per il tasso fisso. Ma potrebbe anche risolversi in un buco nell acqua se lagarde, che non ha una grande capacità retorica per i mercati, nemmeno lontanamente paragonabile all autorità di draghi, lasciasse qualche dubbio sulle possibilità di azione della BCE.   Sarebbe curioso sapere, in un universo parallel dove draghi fosse ancora presidente, vedere come gestirebbe lui questa situazione cosi complessa.

Oggi , a differenza degli altri giorni, si sono mosse altre asset class...
Ieri mattina segnalavo che il gold era in agitazione.
Ora al gold si sono aggiunti yen euro oil.
Il mare si fa increspando a tutte le latitudini e le onde si alzano.
Il rischio che qualcosa scappi di mano, in un contesto di effetto domino, aumenta.
In chat parlavamo stamattina di "fat tails" nelle distribuzione di frequenza dei prodotti finanziari : sul dax siamo sicuramente in una coda della distribuzione. Il ftmib per esempio è molto poiu controllato, idem si puo dire per gli indici Usa.
Ma le elezioni imminenti tengono alta la volatilità, e quindi la possibilit che i movimenti si facciano piu estremi.
 
In europa la situazione covid non è drammatca come a marzo.
I pronto soccorsi sono pieni, ma tanti entrano e tanti escono. Molti hanno la polmonite e richiedono 4.5 gg di antibiotici ospedalieri, ma poi tornano a casa.
La gente corre a farsi il tampone (ora molto piu facile che a marzo) e quindi scoprono di essere covid quando neanche hanno la febbre.
La risposta dei governi pero' è simile a marzo, e questo aumenta la tensione sociale e il timore di forti ricadute economiche, soprattutto su settori che sono oramai al limite del fallimento.
L appiattimento della curva, che porta a minor pressione sui servizi sanitari, non è vicino : la pressione resterà forte per almeno 2 settimane ancora.
I mercati guardano attraverso la nebbia, ed ad un certo punto riterranno che è tuttogià prezzato. Per ora , dai miie indicatori non vedo ancora alcun segnale di qusto tipo.
Bisognerà pazientare ancora.

settimana prossima le elezioni usa potrebbero invertire questo trend, oppure accentuarlo.
Fino ad allora, mani in tasca e massima attenzione.
 
 
Inviato da Antonio Lengua il mer 28 ottobre 2020 - 15:24:07 | Leggi/Invia Commenti:32 |Stampa veloce
918 il risk off sta diventando piu corale, colpisce oil e yen. Dax in caduta libera.

il mood risk off, che mi aspettavo in deciso aumento per questa settimana, sta salendo piu di quanto prevedessi.
Il dax ha rotto il 12300 , ha rotto la MM200 (che passava intorno a 12100) e sta scendendo senza trovare il minimo appiglio.
Il risk off ha contagiato il bund, che ha strappato sopra 176.
Anche oil e yen sono entrati in modalità risk off : oil ieri sera ha subto un brutto reality check dalle scorte comunicate a chisura mercato, e ha perso da 40 a 38.4
Lo yen sta rafforzandosi a 104.
 
Il dax stamattina è già sotto 800 e non si vedono segnali di rallentamento della discesa, e di inversione neanche l ombra.
I volumi restano sempre molto alti : sono tre giorni che il dax scambia sopra i 100k lots daily.
 
In questo sell off tutto europeo (mentre in Cina l IPO poiu grande di tutti i tempi, ANT, ha avuto sottoscrizioni record grazie al finanziamento degli acquisti stimolati dal governo stesso) in Usa gli indici restano tutto sommato ben supportati in vista delle elezioni di martedi prossimo
QUesto sta producendo un crollo dello spread dax/es e stoxx/es  : lo stoxx/es è ampiamente sotto il minimo di marzo, mentre il dax/es sta arrivandoci : era 3.72 settimana scorsa, siamo ora a 3.50, quindi con una perdita di forza relativa pari a 0.22/3.7, ossia circa 6%.
 
I volumi di stamattina, in costante aumento mentre scrivo questo post, e la price action (letteralmente verticale al ribasso) indicano che stiamo arrivando ad una fase di panic selling, Il coltello è in caduta libera, ma è difficile capire quando finisce questo vuoto d aria.
Inviato da Antonio Lengua il mer 28 ottobre 2020 - 09:19:04 | Leggi/Invia Commenti:27 |Stampa veloce
Categorie News