Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2019
LuMaMeGiVeSaDo
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 463
Sondaggi precedenti
Feed RSS
Le news possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


mercoledì 11 dicembre 2019
1614 ho chiuso tutti i long effettuati ieri tramite opzioni 13200 scadenza venerdi 13.

in quest salita ho chiuso tutti i long effettuati ieri tramite opzioni 13200 scadenza venerdi 13.
Inviato da Antonio Lengua il mer 11 dicembre 2019 - 16:15:08 | Leggi/Invia Commenti:14 |Stampa veloce
1134 elezioni UK di domani

elezioni UK di domani
 
domani il popolo inglese torna alle urne per rinnovare il parlamento.
secondo i sondaggi, i conservatori di johnson hanno un buon 10% di scarto sui laburisti di corbyn.
nonostante questa percentuale confortante, non solo si teme un errore dei sondaggi, ma , dato che lo scarto è su base nazionale e non è detto che sia equamente spalmata su singolo seggio , c'è la possibilità che questa superiorità non si traduca in analogo vantaggio in termini di seggi.
Pare infatti che il vantaggio si riduca a 20 30 seggi in tutto, che non è mlto.
 
comunque, se johnson si conferma vincitore con una maggioranza in parlamento, potremmo riuscire a archviare questa storia infinita della brexit in qualche settimana, dato che l accordo UK UE c'è.
 
se invece non ci fosse una maggioranza, si ritorna ai balletti parlamentari cui siamo stati abituati ormai dall inizio dell anno. La possibilità che si vada ad un nuovo referendum sicuramente aumenta, ma i tempi saranno lunghi e il percorso tortuoso.
In questo caso, la reazione sui mercati si farà sentire : probabilmente la sterline perdere molto terreno in un risk-off mood, trascinando al ribasso dax, e spingendo al rialzo il bund.
 
se invece si confermasse lo scenario principale (vittoria dei conservatori), passato una fase di temporanea eccitazione di risk off, potrebbe subentrare una reazione buy the rumor sell the news, dato che  oramai questo scenario è ampiamente prezzato. questo probabilmente piu sulla sterlina, che su dax / bund.
Inviato da Antonio Lengua il mer 11 dicembre 2019 - 11:35:00 | Leggi/Invia Commenti:3 |Stampa veloce
1015 già 200 punti di swing del dax in un ora

come anche ieri, dopo le 9oo hanno iniziato a entrare volumi altissimi, addirittura superiori a ieri.
il dax alle 9..17 ha sparato con forza al rialzo, toccando il H di sessione a 13155.
Poco dopo è arrivato Navarro a guastare la festa, con un commento che i dazi del 15 "are still on track".
il dax quini ha invertito la rotta, ha rotto i livello di supporto a 13100, e ha ripercorso la strada al ribasso, tornando da dove era partito stamattina.
ora siamo a 13070, in una giornata che si preannuncia ricca di colpi spettacolari.
 
in tutto questo movimento, ES si è messo tra 3130 e 3140, ossia un misero 0,3%.
siamo abituati a vedere gli algotraders scatenati sul dax la mattina già da oltre 1 mese, a fronte di indici Usa quasi totalmente fermi.
Inviato da Antonio Lengua il mer 11 dicembre 2019 - 10:15:07 | Leggi/Invia Commenti:3 |Stampa veloce
905 tassati i CFD

cfd messi a rischio tassa dello 0.4% messa da fratelli d'italia

approvata ieri
Per le transazioni concluse su reti telematiche e/o di telecomunicazioni aventi per oggetto Contratti per differenza (CFD), dotati di leva finanziaria nei limiti autorizzati dall'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei Mercati (ESMA), l'imposta fissa prevista dall'articolo 492 della legge n. 228 del 24 dicembre 2012, viene calcolata sulla base di un'aliquota pari allo 0,4 per cento. L'imposta, cosi modificata, si applica a tutte le transazioni sopra richiamate, indifferentemente dalla natura dell'attività sottostante che determina la variazione di valore nei Contratti per differenza”.
 
non sanno proprio cosa inventarsi sti scemi
vanno proprio a colpire il piccolo investitore
imbecilli
ammazzeranno un settore e tireranno su , se va bene, 10 mln di euro
 
Inviato da Antonio Lengua il mer 11 dicembre 2019 - 09:06:20 | Leggi/Invia Commenti:39 |Stampa veloce
838 eventi di oggi

dopo la spumeggiante sessione di ieri, stamattina troviamo i mercati azionari sui massimi della sessione.
Come ieri, i volumi nella notte non lasciano trapelare nessuna particolare emozione : gli indici sono fermi, con volumi quasi nulli.
 
Il newsflow positivo di ieri circa il rinvio delle tariffe previste per il 15 dic ha fatto il modo che tutti gli indici chiudessero con un perfetto martello : open quasi uguale al clse, intorno ai massimi della sessione, lunghissima shadow inferiore, volumi molto alti.
E' tutto piuttosto positivo e supporta la possibilità di vedere ulteriori progressi nei prossimi giorni, sia per l evenrtuale (non ancora sicuro) rinvio delle tariffe, sia per la stagionalità (rally di natale).
 
il rinvio delle tariffe è sicuramente abbastanza prezzato dai mercati, ma in questa fase sarà preso come scusa per , almeno, evitare di vendere, se non per comprare.
Il trade deal non è ancora chiaro quando e se avverrà , e quali sono i suoi contenuti.
Penso che non sia lontanissimo : se fosse lontano e le trattative fossero in alto mare, trump non si sarebbe fatto scrupolo di far scattare i dazi.
Comunque aspettiamo di avere conferma di questi rumors, che vengono riportati con insistenza da tutti i media principali.
 
oggi non sono in agenda eventi o dati macro in europa in mattinata.
nel pomeriggio alle 1430 escono i CPI Usa di novembre, e poi alle 20oo lo statement del FOMC seguito alle 2030 dalla conf stampa di Powe..
 
Domani , 1430 riunioen Bce con prima conf stampa di Lagarde.
asta di titoli spagnoli 3 e 5 anni, titoli italiani 3 7 30 anni, CPI definitivi in germania e spagna, produz industriala eurozona.
 
 
 
Inviato da Antonio Lengua il mer 11 dicembre 2019 - 08:38:54 | Leggi/Invia Commenti:6 |Stampa veloce