Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2020
LuMaMeGiVeSaDo
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930 
 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 472
Sondaggi precedenti
Feed RSS
Le news possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


mercoledì 01 aprile 2020
1805 headlines su risposta europea al covd19

ho raccolto un po di headlines su twitter uscite nll ultima mezzora: eccole
 
German FinMin Scholz: Hopes For Decision On EU COVID-19 Response Next Week
German FinMin Scholz: EU Backstop For Rising Employment Should Be Discussed
France Proposes Joint Debt Issuance, To Finance Virus Response
EU COMMISSION CONSIDERING 100 BLN EUROS FOR EU-FUNDED SHORT-TIME WORK SCHEME, BUT NUMBER MAY CHANGE - OFFICIAL
EU COMMISSION WOULD BORROW ON THE MARKET AGAINST GUARANTEES FROM EU COUNTRIES, NOT AGAINST BUDGET - OFFICIAL
EU SHORT-TERM WORK SCHEME WOULD BE AVAILABLE TO ALL EU COUNTIRES - OFFICIAL
 
 
in questo articolo, un riassunto della posizione dell Olanda e delle rimostranze che ha suscitato anche tra economisti olandesi
Inviato da Antonio Lengua il mer 01 aprile 2020 - 18:06:05 | Leggi/Invia Commenti:9 |Stampa veloce
1746 si riparte con lo spread btp bund , ecco un bel CHART

dopo aver visto la news dell Olanda, il mio istinto da fixed income mi ha stimolato a guardare unchart dello spread btp bund : non lo spread di rendimento, ma quello di prezzo, ossia bund - btp.
ho tirato fuori un vecchio file excel che uso a questo scopo e ho estratto questo chart, che grafico la differenza tra bund e btp, semplice, plain vanilla, a partire dall inizio del contratto di giugno, ossia il 6marzo.
 
 
vedete chiaramente l effetto delle parole della lagarde in conferenza stampa (non siamo qui per chiudere gli spread), e poi l altro sell off violentissimo, che ha portoato lo spreada  45,41 (quando anche i titoli greci volarono al 4% su long capitulation di H2O su una grossa posizione di deecennali greci). Quindi l latrettando violentorecupero.
negli ultimi giorni la discussione sui coronabonds ha fatto da catalyst per gli swing ampi (tra 32,50 e 25) , e a 31.11 mi sono deciso a entrare long btp short bund con stop sopra 32.50 circa.
 
appena fatto il trade (long btp 141.45) , pochi secondo dopo, il btp è schizzato al rialzo fino a 142.40
non so ancora il catalyst per questo improvviso rally.. posto questo chart poi vado a vedere..
magari voi lettoi lo scoprite prima di me..
 
il bund sta rompendo un importante supporto orizzontale a 172.50 (ora 172.44), testato vari volte in questi giorni.
 
 
 
Inviato da Antonio Lengua il mer 01 aprile 2020 - 17:46:51 | Leggi/Invia Commenti:2 |Stampa veloce
1707 OLANDA :si a 20bn di trasferimenti senza condizioni ai paesi meridionali. Qualcosa si muove in EU..

gli olandesi stanno consentendo a un trasferimento di 10-20bn ai paesi meridionali colpiti dal virus : senza condizioinalità, pure sovvenzioni.
 
non è quanto chiedeva Macron, ma un passo avanti l hanno fatto, riconoscendo la delicatezza della situazione.
 
 
Inviato da Antonio Lengua il mer 01 aprile 2020 - 17:08:05 | Leggi/Invia Commenti:2 |Stampa veloce
1418 il dato ADP fa semplicemente ridere

il dato ADP fa semplicemente ridere :
ADP Nonfarm Employment Change (Mar) -27K -150K 183K
 
dopo 3.5 milioni di richieste di disoccupazione, il calo degli occupati risulta essere di 27ooo unità.
 
mi sto rotolando per terra dal ridere.
 
il motivo è nel fatto che il dato ADP si ferma alla data del 12 marzo, quindi non riflette l impatto delle ultime 2 settimane e mezzo, che in questo caso contano un eternità.
Inviato da Antonio Lengua il mer 01 aprile 2020 - 14:17:09 | Leggi/Invia Commenti:22 |Stampa veloce
1403 PMI europei hanno tenuto bene, ma ci si puo fidare??? tra poco esce l ADP

questi i PMI usciti stamattina :

03:15       EUR         Spanish Manufacturing PMI (Mar)     45.7     44.0     50.4     
03:45       EUR         Italian Manufacturing PMI (Mar)     40.3     40.5     48.7     
03:50       EUR         French Manufacturing PMI (Mar)     43.2     42.9     49.8     
03:55       EUR         German Manufacturing PMI (Mar)     45.4     45.5     45.7     
04:00       EUR         Italian Monthly Unemployment Rate (Feb)     9.7%     10.0%     9.8%     
04:00       EUR         Manufacturing PMI (Mar)     44.5     44.7     44.8     
04:30       GBP         Manufacturing PMI (Mar)     47.8     47.0     51.7     
05:00       EUR         Unemployment Rate (Feb)     7.3%     7.4%     7.4%

non sono brutti, anzi piuttosto allineat, se non addirittura migliori , dei preliminari, ma come scrivevo stamattina la visiblità è talmente ridotta che anche i direttori acquisti probabilmente sono incerti e confusi rispetto alla rapida evolulzione. Sono sicuro che anche loro la sera si sciroppano tutti i TG farciti solamente di news sul covid19...
 
 
tra poco arriva il dato ADP , alle 1415, ossia la rlevazione degli occupati nel settore privato.
Piu tardi, 1545, il PMI Usa, e alle 16oo l ISM manifatturiero.
 
 
Inviato da Antonio Lengua il mer 01 aprile 2020 - 14:03:30 | Leggi/Invia Commenti:1 |Stampa veloce
1319 OIL ha incassato stamattina due news bearish oggi, ma non scende

OIL  ha incassato stamattina due news bearish oggi, ma non scende
  • industry source says aramco production today is over 12 million bpd
  • Crude And Oil Products Storage Tanks In UAE's Fujairah Have Reached Full Capacity - RTRS Sources
 
tratta ora 20.60
 
 
la russia non ha incrementato la sua produzione, mentre l arabia saudita spinge a manetta sulla produzione
LINK https://twitter.com/JenniferJJacobs/status/1245309385305456640
Inviato da Antonio Lengua il mer 01 aprile 2020 - 13:19:19 | Leggi/Invia Commenti:4 |Stampa veloce
926 lunga riflessione su volumi, incertezza planetaria, risposta sanitaria

In questi ultimi giorni, sto cercando di capire la logica sottostante il repentino crollo dei volumi.

Nelle settimane precedenti, in particolare dal 24 febbraio in poi per tre settimane, i volumi sono stati molto alti , soprattutto la settimana del 24, quando hanno iniziato a scaricare di tutto.   il nasdaq andava x esempio di 1,4 mln di lots al giorno , il dax 240k al giorno.
il low di quella settimana fu 11700 dax, 8100 nasdaq,  2850 Es
nelle due settimane successive i prezzi sono scesi ancora violentemente ma i volumi si sono ridotti del 50%.
la settimana scorsa i volumi sono scesi a meno della metà.
Questo ultimo rimbalzo (da giovedi scorso in poi) è avvenuto con volumi ancora inferiori.
Probabilmente siamo arrivati ad un equlibrio , caratterizzato da ampie oscillazioni ma con prezzi che si muovono in modo random,  : l aumento dei margini  e l'assenza di operatori (per ferite o margin call in essere) rendono il mercato piu faiclmente manipolabile.  La vola intraday, nettamente aumentata, sostiene al rialzo i margini, e i volumi diminuiscono : tutti spostano l operatività verso size inferiori

Finita la fase della long capitulation (3 settimane dal 24 febbr in poi ), entriamo quindi in una fase nuova.  L incertezza  regna sovrana e l alta volatilità ne è la conseguenza diretta.
Penso che se ci fosse una maggiore visibilità , una concreta view sul futuro, una luce in fondo al tunnel, enon si fosse invece tutti sbandati nel buio totale, i mercati
si stabilizzerebbero e si ridurrebbe la volatilità
i grandi gestori entrerebbero con strategie precise (er esempio long growth vs defensive, o altro), i volumi salirebbero, gli spread si ridurrebbero
Invece in questa fase l impressione è che le mani forti siano latitanti. e il mercato sia in mano un po alle banche centrali (che cercano di stabilizzarlo ma , non intervenendo direttamente sugli indici, l effetto resta mediato), sia agli algotraders che inseguono il tema del momento, o il flusso piu forte.

la volatilità, misurata col VIx, sta scendendo, ma  i margini e la vola INTRADAY restano ancora altissimi, gli spread larghi, segno che i mercati sono ancora allo sbando e non sono tornati in bolla.
Nonostante le case di investimento si sforzino di fornire un interpretazione del presente e una proiezione del futuro, l impatto economico di quanto stiamo vivendo sia ben lungi dall essere chiaro anche a loro.
I dati macro sono del tutto opniabili. per non dire inutili, in uno scenario come l attuale cosi in rapida e costante evoluzione.

Dal lato sanitario, i paesi si muovono con andature diverse, e questo spalma, allungandolo nel tempo l impatto del virus: chi nè è già uscito, risente dello shock di domanda e offerta di chi è ancora nella tempesta epidemica.
Quindi i tempi restano molto incerti.
Sempre dal punto di vista sanitario,  non ci sono chiarezze dai test,  i tamponi richiedono tempo (anche se in germania ne fanno 500k alla settimana....), i farmaci sono somministrati un po alla cazzo, senza protocolli validati, inseguendo la speranza del momento, i test sierologici sono appena agli inizi, per il vaccino si aspetterà se va bene il Q1 2021.
C'è ancora chi  fa analisi nelle curve epidemiologiche, confidando di riuscire a definire un picco quando è ormai verificato che il campione dei dati è fallace : costruiscono un castello sulla sabbia, sulla base di ipotesi procedurali che non sono stabili e dipendendo dalle mutevoli policy di screening.

Non si sa ancora come gestire un eventuale seconda fase, anche se si parla di controlli invasivi degli spostamenti su smartphone, stile Sud Corea.
Questa incertezza (sociale, economica, e anche psicologica), mai sperimentata da decine e decine di anni la vediamo riflessa sui mercati in modo evidente e con le caratteristiche che indicavo sopra.

neanche le grosse case sanno cosa fare e i gestori si limitano a stare a benchmark, loro sì che sono protetti dall immunità del gregge : "se sbagliamo tutti insieme, nessuno puo darci la colpa".

Intanto i governi rispondono con stimoli fiscali : giusto per citare l'ultimo, eclatante stimolo, lunedi mattina l australia ha varato una manovra da 350bn a fronte di un PIL di 1300 bn... la manovra vale più del 20% del PIL!!
mettendo inieme tutti gli stimoli (fiscali e monetari) viene fuori una % di GDP mondiale enorme,

Se si riuscisse ad avere un po di visibilità dal lato sanitario, la spinta per la crescita sarebbe tale da riportare i mercati molto in alto.
I test sierologici sono IL PRIMO serio tentativo di far ripartire, distinguendo gli immuni dagli incerti : sono sicuro che questi risultati (se affidabili) diventeranno presto il nuovo riferimento , mentre le curve di infezione saranno progressivamente portate in secondo piano.
Tutto il pianeta si sta concentrando , con somme mostruose, sul lato sanitario (tamponi e test), : mentre per i vaccini ci vogliono tempi lunghi incomprimibili, questi altri test sono molto rapidi e facilmente distribuibili in massa senza fare danni (il vaccino puo uccidere, un prelievo di sangue per un test sierologico no).

Dobbiamo stare molto flessibli, e pronti ad andare al rialzo come al ribasso.
Mettere insieme queste variabili è impossibile, unico riferimento sono i chart
Concludo questa lunga riflessione tornando al punto di partenza , ossia i volumi : quando appariranno di nuovo saranni i volumi a dirci la direzione, e intendo quelli veri, quelli che, per fare un esempio recente, ho intercettato il 20 febbraio e che hanno dato il via alla discesa.
Li sto aspettando e monitoro ogni giorno vari prodotti, dagli indici, al petrolio, al gold, alle valute.
Inviato da Antonio Lengua il mer 01 aprile 2020 - 09:26:23 | Leggi/Invia Commenti:19 |Stampa veloce
800 update chart barreB - volumi notturni molto bassi

LINK http://www.thehawktrader.com/ita/images/20200041barreB.gif

ecco un uppdate ad ora dei chart barreB su dax e 3 indici Usa.
 
ES e YM hanno rotto al ribasso la tenline (tirata sulle chiusure)
Il dax è sulla parte inferiore del suo laterale.
 
Sul dax, per un long conviene aspettare di vedere un 94.. davanti , a meno di qualche spike particolare o figura tecnica di inversione costruita prima.
 
catalyst particolari di questa discsa non ne ho letti.. Ieri sera trump ha detto che ci saranno due settimane difficili davanti, ma questo mi pare non si possa considerare la causa di questa discesa.

INei volumi espressi stanotte, siamo sempre su livelli molto bassi : pensate che il dax ha scambiato sinora solo 2500 lots, il che lo rende la sessione con minori volumi in assoluto scambiati alle 8 nelle ultime 29 sessioni (sessioni, non giorni di calendario...).
Gli Usa non hanno scambiato proporzionalmente molto di piu : su 30 sessioni, ES si posiziona al quintultimo posto come volumi scambiati e Nasdaq al terzultimo posto (sempre u 30)
 
Inviato da Antonio Lengua il mer 01 aprile 2020 - 08:00:39 | Leggi/Invia Commenti:7 |Stampa veloce
724 update nella notte, indici tutti in rosso

stamattina gli indici azionari sono tutti al ribasso :
Dow 30 21.341,0   -1,88%
S&P 500 2.521,25   -1,89%
Nasdaq 7.671,88   -1,47%
S&P 500 VIX 48,85   +4,44%
DAX 9.663,3   -2.46%

Nikkei 225 18.438,0   -2,55%
TOPIX 1.375,25   -0,94%
Hang Seng 23.309,5   -1,73%
Cina H-Shares 9.563,0   -0,74%
China A50 12.629,0   +0,23%
S&P/ASX 200 5.252,5   +1,30%
Singapore MSCI 278,10   -1,17%
Nifty 50 8.294,00   -3,79%
Bank NIFTY 18.578,75   -2,91%
KOSPI 200 233,50   -1,06%
MSCI Taiwan 370,80   -0,40%
 
un inizio non incoraggiante per il secondo trimestre.
nella notte sono usciti i PMI giapponesi e cinesi (caizin manifatturiero). Il giapponese è uscito in linea con il preliminare, il cinese in miglioramento.

20:30       JPY         Manufacturing PMI (Mar)     44.8     44.8     47.8     
20:30       SGD         URA Property Index (QoQ) (Q1)       -1.20%           -1.20%     
21:45       CNY         Caixin Manufacturing PMI (Mar)     50.1     45.5     40.3
Inviato da Antonio Lengua il mer 01 aprile 2020 - 07:24:55 | Leggi/Invia Commenti:0 |Stampa veloce