Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2022
LuMaMeGiVeSaDo
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 490
Sondaggi precedenti
Feed RSS
I commenti possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


1628 omicron : la nuova paura. Impatto su indici, banche centrali, inflazione

Omicron, la nuova variante che fa tremare mercati e governi.

Non si sa con precisione quanto sia letale, si sa che infetta molto piu rapidamente della delta: in sudafrica è riuscito a conquistarsi in due settimana la % in infetti che delta aveva impiegato 10 settimane.
sono state chiuse subito le porte tagliafuoco : fermati i trsbordi aerei, controllati i passeggeri arrivati.
Il monitoraggio è molto rigido ovunque.

I mercati hanno reagito molto bruscamente : gli indici europei sono arrivat a perdere oltre 6%. il petrolio è crollato.
Forse in altri momenti , non ci sarebbe stata una reazione cosi violenta, ma ora il posizionamento ha accentuato la reazione
  1. gli invstitori istituzionali sono tutti OW equities
  2. gli investitori retail sono sui massimi storici di posizionamento sugli indici, quindi anche questi OverWeighted
  3. c'è molta attesa per il rally di fine anno (ma solitamente parte a metà dicembre!!!)
  4. i mercati sono partiti da valori molto prossimi ai massimi storici, dopo varie sessioni di rialzi accompagnati da volumi bassissimi (=> vulnerabilità...)
  5. molti investitori sono long a leva, il che rende le posizioni ancora piu vulnerabili

quindi la nuova variante costringe molti a rivedere precipitosamente le posizioni, ed essendo molti investiti al massimo, è molta la lettera che si riversa sui mercati.
Come si muoveranno le banche centrali con questo nuovo rischio ? e l inflazione?

Partiamo dall inflazione : non penso che , nel breve/medio termine cambi qualcosa nel trend di salita dell inflazione.
Anzi, la chiusura delle frontiere non puo che accentuare l interruzione delle catene di fornitura, rendendo piu difficili gli approviggionamenti di merci. La politica di zero-covid della cina sarà ancora piu rigida. Dal lato della domanda, i consumatori hanno un eccesso di risparmio accumulato in questi mesi, e i dati macro confermano che la propensione al consumo è forte, e non si esaurità rapidamente. L inflazione sta colpendo anche i consumi basilati (food) e questo trend è molto difficile da invertire (prezzo dei fertilizzanti alle stelle), cosi come la componente derivante dal settore immobiliare (affitti e prezzi case). Tuttalpiu scenderà un po il prezzo della benzina, sempre che l opec non intervenga per correggere il -13% sull oil visto venerdi.
Quindi lato inflazione, non vedo sorprese positive.
 
Le banche centrali cercheranno di prendere tempo, ma non possono neanche andare dietro a qualsiasi notizia di nuove varianti, x lo meno finche non si manifesti. Il trend a ridurre le politiche ultraespansive continuerà : la fed ha ancora oltre 2 settimane di tempo per decidere se accelerare il tapering (Da 15 a 30bn) o aspettare altri due mesi.  Ma penso che alla fine (a meno di news eclatanti dal fronte covid) il fomc deciderà di accelerare il tapering. La Bce invece molto probabilmente non modificherà l attuale paziente attesa.

I mercati dei bonds hanno ovviamente metabolizzato la vriante omicron con un forte rally e riduzione dei rendimenti : un po, per una componente flight to quality, un po anticipando un rallentamento economico, e una prosecuzone delle politiche monetarie espansive.

Penso che la reazione piu logica e che potrebbe continuare nei prossimi giorni sia il trend ribassista degli indici.
Omicron ci ha ricordato che le varianti si ripresenteranno puntualmente nei prossimi trimestri, e che la riapertura completa è molto lontana.
Le economie restano vulnerabili anche con i vaccini (100 giorni per preparare un nuovo vaccino, ma quanto per produrlo distribuirlo e vaccinare??? ) : se si deve passare di nuovo attraverso i lockdown, sono trimestri di crescita che si perdono.
Il posizionamento è nettamente long : la news ha preso tutti alla sprovvista e , se la discesa si accentua, il rischio di chiusure forzate di posizioni diventa reale. Quindi , ad un prudenziale derisking, si aggiungono fattori tecnici che possono rendere il sell off piu rapido e intenso.
Rispetto a marzo - aprile 2020, le banche centrali hanno speso già tantissimo e ora devono gestire anche l inflazione. Non ci si puo quindi aspettare un intervento come nel 2020. Anzi.  se l inflazione continua a salire spinta dallo shock di offerta, le banche centrali remeranno contro.

consiglio quindi massima prudenza nell implemnentare strategia di buy on dips.
Mi preoccupano , piu che i fattori economici / sanitari, quelli tecnici, legati al derisking rapido e violento : gli investitori sono troppo sbilanciati lato long, e con poche coperture tramite put (put/call spread ai minimi), quindi il rischio è che la valanga prenda forza intensità e velocità.
Lunedi ci sarà la prma vera reazione dei mercati asiatici e dei mercati Usa.  Cercherò di misurare ocon i miei strumenti queste variabili (forza intensità e velocità), e vi terro' aggiornati.

il grafico presentato nel seminario webank di mercoledi è piuttosto preoccupante e prospetta ulteriori profonde discese.
. https://twitter.com/thehawktrader/status/1464369166396317705



Inviato da Antonio Lengua il sab 27 novembre 2021 - 16:28:39 | Leggi/Invia Commenti:1 |Stampa veloce
Commenti
1628 omicron : la nuova paura. Impatto su indici, banche centrali, inflazione massmin | 28 nov : 10:42
Commenti: 269

Utente 02 gen : 13:55
Replica a questo
buongiorno a tutti
per me non basta una seduta per invertire un trend ; certo quando sono in ballo fattori extraeconomici come il virus occorre prudenza ; per ora ho ridotto le posizioni (utilizzando l eurostoxx prima dell apertura del fib); guardo con interesse al gap di 500 punti sul future da 26500 a 27000 e ricordo che 24500 e' il minimo di questo contratto e risale a 2 mesi fa
La situazione si presenta molto interessante
Buon trading a tutti


Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti