Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2020
LuMaMeGiVeSaDo
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 475
Sondaggi precedenti
Feed RSS
I commenti possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


920 due riflessioni sulla nuova policy di sviluppo del mercato azionario cinese

le autorità cinesi stanno pompando una nuova bolla dell azionario: rafforzare il sistema capitalistico cinese, favorendo e stimolando l accesso da parte del popolo cinese (inun ottica patriottica) servirà a contrastare le probabili limitazioni che il governo Usa sta studiando per le aziende cinesi.
Si parla già da molto tempo di delisting dalle Borse Usa delle società vicine o controllate dal governo cinese.  Il governo cinese prende le contromisure perchè questo non danneggi il sistema cinese.
Questa mossa cinese ha quindi anzitutto il sapore di un inasprimento delle tensioni tra i due blocchi.
Mi immagino che abbia anche a fare con l adozione della security Law per HK, e con il possibile declassamento del ruolo di hub finanziario mondiale che HK ha sempre avuto nei decenni.
 
seconda considerazione : quando i cinesi iniziano un progetto, sono perfettamente in grado di perseguirlo con la forza di 1,4 bn di persone, e con il controllo centralizzato statale.
Lo sviluppo di un mercato capitalistico alternativo a wall street, anche se ancora in formato embrionale e non confrontabile con quello Usa, può arrivare a dare sicuramente fastidio al monopolio Usa.
Ormai tra le prime dieci società al mondo, oltre a Apple Amazon  Google Facebook Microsoft, compaiono Alibaba, Tencent, Huawei, e , in alcune liste compare Ping An , gigante assicurativo cinese.
Il bipolarismo economico, la crescente tendenza alla  localizzazione (in luogo della globabilizzazione), e questa recente spinta alla creazione di un mercato azionario sviluppato cinese (di cui il movimento di stanotte è testiimonianza) se non erodere il ruolo di egemonia economica Usa, e anche Wall street potrebbe progressivamente sentire la concorrenza asiatica e vedersi conteso il primato della raccoltà della liquidità mondiale.
Per questo motivo gli indici europei e Usa seguono il rally, ma restando a molta distanza : se crescono gli indici cinesi spinti da questa nuova policy, si tratta di un fattore interno cinese, e la concorrenza del nuovo polo puo' alla lunga disturbare gli indici usa.
Inviato da Antonio Lengua il lun 06 luglio 2020 - 09:20:46 | Leggi/Invia Commenti:0 |Stampa veloce

Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti