Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2020
LuMaMeGiVeSaDo
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930 
 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 472
Sondaggi precedenti
Feed RSS
I commenti possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavolta.

dopo la bordata sparata ieri dalla GCC alla BCE, mi sono letto tutti i commenti che uscivano. Articoli, twitter, paper...
Ho notato una generale ripetizione di concetti.
E questo non mi stupisce : uno dice una cosa sensata, l altro la recupera, la amplifica, la fa sua.. e cosi via.
i concetti base sono
  • la GCC non riconosce l autorità superiore della ECJ
  • la GCC non riconosce l indipendenza della BCE
  • la GCC si autorizza a giudicare la BCE
  • questo comportamento mette a rischio l indipendenza della BCE la quale ora dovrebbe , prima di ogni sua decisione, fare una due diligence per verificare la compatibilità degli effetti della sua decisione con i paletti indicati dalla GCC, limitando in ultima analisi la sua capacità di azione.
  • ogni corte costituzionale nazionale si sentirà autorizzata a dire la sua
  • pioveranno molte richieste di costituzionalità sul PEPP in corso.
 
nessuno si è ancora azzardato a dire come risponderà la BCE
neanche gli esperti conclamati si sono avventurati in questo campo.
La realtà è che solo la BCE , che da almeno 5 anni sta lavorando sul filo del lecito, sa come impostare questa battaglia.
Potrebbe, come fece draghi con la ECJ, adottare una posizione diplomatica, o potrebbe mettere in riga  la GCC a costo di scatenare una guerra.
 
Da ieri sera cominciano a arrivare degli input
Le prime dichiarazioni  (lo scarno statement di ieri della bCE, e molto piu esplicitamente le frasi di Villeroy di oggi) vanno nella direzione di una presa di posizione molto determinata e netta : la BCE ha una sua indipendenza, sacrosanta, e perseguirà il mandato con la massima determinazione , Anzi,c'è da aspettarsi ulteriori azioni per rialzare l inflazione.
 
Sia chiara una cosa : la BCE ha le prove per dimostrare che le sue azioni hanno evitato che l inflazione scendesse ancora di piu, e che i danni collaterali di un'azione piu pallida avrebbero ridotto la crescita europa e causato molto piu danni ai consumatori e alle aziende di  quelli prodotti dai tassi d interesse negativi (punto sollevato esplicitamente dalla GCC). La BCe potrà provare anche che è stato rispettato il principio di "proporzionalità" che la GCC , basandosi su cosa non si sa, ritiene sia stato violato. E che la politica monetaria non è uscita dal suo campo di applicazione per invadere la politica economica (!).
 
Ma a fronte di questa sfida lanciata dalla GCC, non basta rispondere con prove e portare a casa una "autorizzazione", o deliberare sperando che nessuna corte costituzionale la possa inquisire.
 
La vittoria della BCE deve essere schiacciante : la GCC deve farci una figura meschina, deve uscirne con le ossa rotte, deve risultare che è stata lei ad uscire dalle sue competenze , che ha preso una posizione totalmente ultra vires, e, di riflesso, che l autorità della ECJ è superiore e prevalente rispetto alla GCC.
La risposta della BCE deve essere tale da spezzare sul nascere ogni tentativo di intromissione nel suo mandato, di mettere in dubbio la sua indipendenza, deve rappresentare una lezione per le altre nazioni (leggi polonia e ungheria) che hanno iniziato a festeggiare dopo il verdetto della GCC.
Alla fine la stella della BCE deve brillare tanto forte da fare scomparire quella della GCC.
 
D'altronde, lo statuto è li, chiaro come il sole.
L hanno voluto i tedeschi, copiandolo dallo statuto della bundesbank. Ora i tedeschi lo mettono in dubbio ? che lo cambino!
 
nei prossimi giorni arriveranno altre dichiarazioni di banchieri centrali. Villeroy è il pezzo piu grosso dopo Weidmann, e ha parlato oggi. Arriverà DeGuindos (ha già detto che la BCE opera nel solco del suo mandato, ma mi aspetto qualcosa di piu strong), arriverà Visco, arriveranno gli altri.
Ognuno aggiungerà un pezzo del puzzle intitolato  "la risposta della BCE".
Il pezzo finale sarà quando e se la BCE deciderà di incrementare il PEPP. Aspetterà probabilmente la presentazione del recovery fund.
O potrebbe , per dimostrare la sua indipendenza, attivarsi prima.
 
L'indicazione del percorso-scontro sarebbe inequivocabile a quel punto.
ricordo che per modificare lo statuto della bCE (art 2) o la sua indipendenza c'è bisogno dell unanimità dei 27 paesi.

Questo per informazione, è lo statuto della bce
LINK https://www.ecb.europa.eu/ecb/legal/pdf/it_statute_2.pdf
 
Inviato da Antonio Lengua il mer 06 maggio 2020 - 18:04:04 | Leggi/Invia Commenti:18 |Stampa veloce
Commenti
1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavolta. stefano84 | 06 mag : 18:19
Commenti: 1177

Utente 11 mag : 15:45
Replica a questo
Altra benzina per i populisti.. (se la BCE fallisce)

1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavolta. stefano84 | 06 mag : 18:21
Commenti: 1177

Utente 11 mag : 15:45
Replica a questo
Mi chiedo allora che europa vorrebbe la GCC e i paesi falci ?
che modello hanno in mente.
Una svalutazione degli asset come quella sperata da Buffet?

Re: 1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavol Bruce_Banner | 06 mag : 18:46
Commenti: 4928

Utente 17 dic : 14:55
Replica a questo
credo non sia li il punto
sono proprio degli ottusi sciocchi pomposi, questo è il punto
(come detto altre volte ho lavorato piu di 5 anni gomito a gomito con tecnici tedeschi e conosco bene la loro mentalita ottusa)

Re: 1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavol Bruce_Banner | 06 mag : 18:48
Commenti: 4928

Utente 17 dic : 14:55
Replica a questo
cioè non hanno altre soluzioni valide, lo hanno fatto solo per principio, perchè sono delle ottuse teste di c****o

1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavolta. TizianoMorretta | 06 mag : 19:00
Commenti: 277

Utente 27 lug : 14:32
Replica a questo
La ECB é da sempre un organo "politico" tanto é vero che il presidente ed il comitato esecutivo vengono eletti da politici del consiglio Europeo.Ora l'indipendenza fino a un certo punto:conta chi ci mette i "soldi" dove per soldi intendo credibilitá ,reputazione e sistema economico.Chi lo fa sono i paesi creditori (vedasi saldi Target 2).Per indipendenza cosa vogliamo definire?Indipendenza dai politici?Da una visione economico-politica?
La ECB nasce nella culla monetarista.Quello che é diventata é tutto tranne che monetarista. L' aver tenuto in piedi per tutti questi anni paesi ed aziende tecnicamente fallliti (non in crisi di liquiditá ma in crisi di solvibilitá) ha generato i mostri che tutti conosciamo. Ora la GCC legalmente parlando potrá essere inferiore alla ECJ ( non ne sono sicuro e quindi lascio il dubbio).Sicuramente é espressione di una parte dell'elettorato nordico che é quello che ci mette i "soldi"(vedi definizione di sopra).Se questa fazione é arrivata all'esasperazione, hai voglia a parlare di indipendenza,le pressioni politiche (se sono abbastanza forti) porteranno ad una sospensione di quelle politiche (che io chiamo neokeynesiane).
Prova recente del mio ragionamento é l' inversione a U della Lagarde in meno di una settimana: prima taglia le gambe a tutti i Paesi debitori a mercati aperti e dopo 6 giorni rimuove tutte le capital key e si mette di fatto a finanziare il deficit italiano.
IMHO questo é il turning point dell' Europa: se POLITICAMENTE si accetta di condonare i debiti dei debitori allora tutti i QE e operazioni di magia varie continueranno.Altrimenti gli esiti saranno quelli: disgregazione monetaria o svalutazione interna pesantissima (non alla Monti per intenderci) dei vari noti.
Saluti a tutti.

1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavolta. TizianoMorretta | 06 mag : 19:31
Commenti: 277

Utente 27 lug : 14:32
Replica a questo
Aggiungo: le operazioni della ECB in relazione al raggiungimento del target inflazionistico hanno funzionato?Bho!Se la ECB non avesse fatto queste operazioni saremmo in deflazione a tre cifre (in bps)?Bho!
Questa discussione va avanti in accademia da 50 anni e ancora non se ne é venuto a capo ovvero se le banche centrali possano influenzare il tasso d'inflazione tramite le cosiddette strategie non convenzionali.
Cosa ci dice il Giappone?Li,la BOJ ha di fatto nazionalizzato il mercato fixed income,ha comprato di tutto e qualcuno ha visto inflazione?A me non sembra.
Quello che vediamo invece in Europa é una dinamica da bolla sul real estate (eccetto Italia tralasciando Milano),settore bancario e assicurativo distrutto dai tassi negativi,prestazioni pensionistiche a rischio.Questo é un fatto.Sostenere che la ECB non c''entri con questi fenomeni é a dir poco inesatto.
Tutto questo per rimarcare il fatto che la Banca Centrale é indipendente fino a quando chi sostiene il gioco non subisce piu che costi che benefici.

1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavolta. TizianoMorretta | 06 mag : 19:37
Commenti: 277

Utente 27 lug : 14:32
Replica a questo
Very last: il mio contributo non vuole essere motivo di discussione ideologica su questioni ultra-decennali. Ho voluto mettere in luce il fatto che in ottica di investimento gli attori che bisogna osservare non sono solo i banchieri centrali europei ma anche (forse soprattutto) i partiti tedeschi ed il relativo dibattito politico.
Grazie a tutti per eventuali risposte.

Re: 1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavol Bruce_Banner | 06 mag : 20:56
Commenti: 4928

Utente 17 dic : 14:55
Replica a questo
però prima di dare numeri -per sentito dire- sarebbe meglio dare un occhiatina ad un grafico
https://tradingeconomics.com/japan/inflation-cpi

Re: 1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavol Bruce_Banner | 06 mag : 20:56
Commenti: 4928

Utente 17 dic : 14:55
Replica a questo
(settando lo storico adeguato)

Re: 1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavol TizianoMorretta | 06 mag : 23:59
Commenti: 277

Utente 27 lug : 14:32
Replica a questo
Caro Bruce, quali sarebbero i numeri sparati a caso?Il grafico che hai postato sembra confermare quello che ho detto nel mio intervento il target (2%) negli ultimi 20 anni in Giappone é stato disatteso 18 volte su 20.Nel 2014 lo spike sembra sia dovuto all'aumento dell IVA.Ripeto non avventuriamoci in discussioni sul sesso degli angeli: in Giappone la BOJ ha fallito nonostante le politiche super QQE.Poi ci saranno altri contro esempi ma non é l oggetto della discussione

Re: 1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavol Antonio Lengua | 06 mag : 21:38

Commenti: 5149


Replica a questo
tiziano , intanto leggi l art 7 dello statuto.
I governi nazionali SI IMPEGNANO A RISPETTARE QUESTO PRINCIPIO ... ecc ecc.

Se vogliono che la BCe sia indipendente "per finta", va bene, lo dicano allora.
Io ho seguito dal vivo tutta la discussione che porto' alla nascita della BCE e ricordo perfettamente come l indipendenza della bundesbank era un DOGMA IRRINUNCIABILE.
Che poi la nomina sia politica, beh, questo è cosi ovunque. I politici scelgono i candidati, poi si sganciano da loro,che agiscono perseguendo la mission.

Se decidiamo che la BCE debba essere un fantoccio del governo (tedesco) e che dipenda da una corte costituzionale che le debba dire quali sono i suoi limiti, allora cadiamo in una gestione stile sudamericano : non lamentiamoci poi se , quando parlerà il board della BCE, nessuno lo prenderà sul serio.

Per quanto riguarda lo studio "what if" (cosa sarebbe successo se non fosse stato attivato il QE, o altro), non mi metto nemmeno nella discussione.
Potremmo dibattere tu ed io per anni e anni.. quelli che io chiamo " discorsi del pensionato davanti al cantiere".
La BCE porterà i suoi paper alla GCC la quale, non capendoci nulla (sono giuristi , non economisti, e non penso che nemmeno tutti gli economisti siano in grado di capire... ne abbiamo molti di economisti ignoranti ultimamente), demanderà la Bundesbank. Spero che la BCE ricordi alla Bundsbank che condividono lo stesso padre e la stessa madre (ossia hanno lo stesso statuto)..

Ma ti immagini , ti dico solo questo, che basta e avanza, se la GCC dice che la BCE , nel perseguire il suo obiettivo, è andata oltre i limiti, e se un altra (o altre) corte costituzionali inquisisse la BCE perchè non ha fatto abbastanza per raggiungere il suo target di inflazione ???

E' un ipotesi mica tanto irrealistica : si mettono daccordo due corti costituzionali (italiana e spagnola) e sostengono questa tesi.
WHy not...

un delirio, semplicemtne un delirio.

Quindi concludo dicendo che stavolta la BCE non puo e non deve permettere che otto togati si facciano dei trip totalmente politici e (aggiungo io ) demagocici sull operato di questa istituzione.


Re: 1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavol Antonio Lengua | 06 mag : 21:50

Commenti: 5149


Replica a questo
sono estremamente soddisfatto che la mia view sia stata molto simile a quella condivisa dagli altri banchieri.
ho appena letto questo articolo del FT (scritto un ora fa, quindi alle 20.50 ora nostra circa) che consiglio vivamente

https://www.ft.com/content/d93008c5-2b3c-4b2e-9499-5eabaaa959db



“What is the risk if we reply?” the council member asked. “When the time comes to raise interest rates, another court in a different country will challenge us — then what?”

“In my view we should not prepare any special response for the German court,” said a second ECB council member.


Non intendono neanche rispondere.. perchè è giusto cosi: la BCE non risponde ad una generica corte costituzionale!



Re: 1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavol Piergiorgio | 06 mag : 22:28
Commenti: 998

Utente 23 ott : 18:16
Replica a questo
Sono perfettamente d’accordo. Secondo me la BCE non dovrebbe assolutamente rispondere entro i famosi tre mesi dati dalla suprema corte tedesca. Il punto non è il merito, qui è in gioco proprio la natura delle Istituzioni e degli stessi trattati europei: chi “ comanda”, che “ legge” prevale!! Come dire l’architettura stessa su cui si regge questa Unione,già per tanti versi fragile e attaccata da mille nemici interni ed esterni. Se la Bce rispondesse alla Corte tedesca sarebbe come ammettere in qualche modo di essere sottoposta alla giurisdizione di quella, creando un precedente pericolosissimo. Facciano i tedeschi e la Buba quello che vogliono ma la Bce NO. Detto questo però il discorso di Tiziano ha fondamento nel senso che ci richiama a considerare la realtà politica REALE che sta sotto ogni altra ( giuridica, istituzionale ecc). In questo senso non c’è dubbio che la sentenza di ieri segna un Alert! Un campanello d’allarme molto grave, qualunque sia e sarà la reazione della Bce e delle istituzioni europee. Quella sentenza dimostra la forza che ormai hanno in Germania i loro “sovranisti”, la presa culturale tale da “contagiare” - e trovare quindi espressione attraverso- i massimi livelli istituzionali. Dimostra quindi il livello di insofferenza per la UE che ormai è montato anche in Germania - simmetrico a quello italiano e di altri paesi indebitati. Insomma niente di buono all’orizzonte...

Re: 1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavol giovdall57 | 06 mag : 21:46
Commenti: 169

Utente 27 giu : 19:02
Replica a questo
Grazie per la riflessione, su questioni fondamentali per chi investe (e non solo).


1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavolta. Foxtrot | 06 mag : 23:24
Commenti: 246

Utente 01 giu : 20:10
Replica a questo
Ci sono diversi piani

Uno strettamente giuridico. Un amico oggi sosteneva che la CCT dice che la BCE opera oltre i limiti del suo mandato mentre la CCT dice di no e che la corte di giustizia prevale sulla CCT

Ma NN credo sia così
È una questione di competenze: sulle violazioni alla costituzione della Germania NN ci può essere una corte più competente della CCT
Perche vorrebbe dire che allora le costituzioni dei singoli paesi sono carta straccia
E se la CCT giudica non conforme alla costituzione tedesca L operato della BCE allora in Germania tale comportamento E anticostituzionale

Ovviamente la CCT NN ha sindacato sull operato della BCE

Ma lo ha sulla Bundesbank che è un ente sottoposto alla costituzione tedesca. È la BCE di fatto acquista direttamente solo il 20% circa dei titoli nell'ambito del QE.
Il resto lo fanno le banche centrali nazionali per suo conto

Ecco quindi che se la CCT NN avesse risposte soddisfacenti dalla BCE (che come detto NN ci pensa nemmeno a dargliele) può vietare alla Bundesbank di continuare a far parte del programma con la conseguenza che la Bundesbank dovrebbe smettere di comprare titoli e secondo alcuni anche dovrebbe vendere L immane ammontare di quelli che ha già comprato

Sarebbe una catastrofe

Poi c è il piano politico: una pronuncia così dà enorme fiato all opposizione politica a tale programma di QE e alla azione della BCE nel suo complesso. La BCE ne verrebbe enormemente colpita nel suo prestigio che per una banca centrale e TUTTO

Per ultimo, la risposta della BCE di iersera non è per nulla conciliante come detto, si crea una contrapposizione dura fra organi europei e quelli del più importante paese del Unione.
Una contrapposizione così è deleteria.

E chi pensa che la CCT possa cedere si sbaglia di grosso: i tedeschi non accetterebbero mai una prevalenza della BCE e della CGE nei confronti della loro Corte costituzionale.

I paesi hanno ceduto parte della loro sovranità attraverso trattati internazionali per formare la UE ma non tutta.

O si fa una unione vera, con una sola costituzione europea (sogno) o siamo nell'impasse grave.

La sentenza di oggi è una palla di neve

Per ora

Ma può facilmente diventare una valanga e travolgere L Europa così come è oggi.

Occorre che trovino un punto d'incontro e stemperare il conflitto altrimenti la cosa non potrà che finire male.

1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavolta. Foxtrot | 06 mag : 23:28
Commenti: 246

Utente 01 giu : 20:10
Replica a questo
Sta venendo all'attenzione che una unione solo monetaria e non politica non può esistere: o si fa una unione anche politica o si sfalda quella monetaria

Non c'è una terza opzione.

1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavolta. Antonio Lengua | 07 mag : 07:42

Commenti: 5149


Replica a questo
punto 1 :
la GCC ha detto che è daccrdo sul fatto che non ci sia monetary financing. Dice che gli acquisti sono sproporzionati rispetto al target. Ma questo non sta a lei giudicarlo.
La Bundesbank è anch essa indipendente, esattamente come la BCE.
La GCC sarà pur competente in germania ma si scontra anche in questo caso con una BUBA indipendente.
Weidamnn dimostrerà che stanno entro il 33% e tutto si ferma li.

Punto 2 , il piano politico :
trovo assurdo il fatto che una CC possa mettersi a inquisire un istituzione europea come la BCE, ricordando che OGNI CC potrebbe a questo punto voler dire la sua.
Ripeto il mio esempio : la CC italiana potrebbe giudicare che la BCE non ha eseguito il suo mandato fino in fondo.

=========

sono ( e restano) il mio ragionamento, il tuo, e quello del tuo amico, ragionamenti da bar.
Vediamo cosa succede nei prox giorni.
Il quadro istituzionale si chiarirà.


Re: 1803 comincia a definirsi la strategia di risposta della BCE, ... e non sarà diplomatica stavol Foxtrot | 07 mag : 12:00
Commenti: 246

Utente 01 giu : 20:10
Replica a questo
Son gli effetti di avere una unione monetaria non sostenuta da una unione politica.
Questa crisi avrà come esito una unione politica (prob IMHO 2%) o lo sfaldamento dell'unione monetaria, seguita da una unione politica molto più ristretta nel numero di paesi con annessa unione monetaria.

Sia il diritto che l'economia (con l'innalzamento dei debiti) che la politica vanno in questa direzione.


Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti