Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2020
LuMaMeGiVeSaDo
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 
 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 477
Sondaggi precedenti
Feed RSS
I commenti possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


850 Mark Kolanovic - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW sugli indici.

Mark Kolanovic  - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW sugli indici.
capo del team quantitativo di JPM Equity, è il nuovo Buffett.
A inizio ottobre aveva chiamato un long ES indicando target a 13.250 per fine anno, fine febbraio.
Sicuramente una persona che ha un accurato barometro di dati quant (posizionamento, ritorni prospettici, liquidità, ecc) di tutto il mondo finanziario.
Inviato da Antonio Lengua il gio 06 febbraio 2020 - 08:50:34 | Leggi/Invia Commenti:9 |Stampa veloce
Commenti
850 Mark Kolanovic - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW sugli claint | 06 feb : 08:54
Commenti: 5004

Utente 20 gen : 15:11
Replica a questo
Come pronosticato le banche italiane si confermano in netto miglioramento e le migliori in europa

850 Mark Kolanovic - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW sugli Deus_ex_machina | 06 feb : 09:02
Commenti: 5063

Utente 26 lug : 16:46
Replica a questo
A mio modo di vedere il mercato è in questa fase, diciamo, prigioniero di un paradigma che altro non sarà che l’incipit di futuri (ma neanche troppo….) grossi problemi e sbilanciamenti.

Con una situazione come quella attuale in China, pensare che il tutto si risolva con una Banca Centrale che pompi liquidità, significa non avere assolutamente colto il tema.

Siamo di fronte alla seconda economia globale, quella che di fatto oggi è il motore della crescita intesa come consumi e manifattura. Sede, nonostante la guerra Trumpiana, delle piu importanti reti di supply chain del mondo e che sono alla base del circuito globale del commercio.
Ora, tutto questo da fine mese di Gennaio…è semplicemente fermo. Non solo. Si sono fermate intere industry anche al di fuori dei confini chinesi…vedi Hunday in Korea per esempio…al punto da far muovere agenzie come S&P con warning di supply chain disruption in corso in tutto il sud est asiatico.

Sono d’accordo con i tanti che segnalano come il tema centrale sia il “quando” riprendono… ma onestamente ho difficoltà a vedere Adidas chiudere 2.500 stores (su 3.000) il 3 di Febbraio in china..e riaprirli il 10 Febbraio. La mole di misure di chiusura fabbriche, negozi unitamente alle quarantene poste a 26 province (parliamo di circa 60 mln di cinesi chiusi in casa) danno il senso di qualcosa che è largamente oltre quello che leggiamo sui giornali.
A memoria non ricordo confini chiusi, ed un paese come la China isolato de facto… neanche ai tempi di Ebola in Africa. La verità è che i governi molto probabilmente sanno quale è la realtà dei fatti in China e si sono mossi in modo draconiano.
Se poi un paese con una forma mentis come la China addirittura arriva a voler rivedere termini di un accordo firmato 15 giorni fa… beh..da il senso di cosa si ha difronte.

Tutto questo per dire cosa? Molto semplicemente che il mercato sta aspettando di vedere e valutare i primi danni aziendali… le prime previsioni che verranno tagliate (perché arriveranno .. è nell’ordine delle cose)… e li si che comincerà a scendere ed anche in modo non troppo ordinato a mio parere, vista l’esuberanza irrazionale dell’ultimo mese e gli eccessi accumulati su varie asset classes. Se poi si pensa al posizionamento iper esasperato dell’ultimo periodo ed alle valutazioni raggiunte in america cosi come in Europa su interi settori..unitamente ai dati macro (vedi germania… )… insomma.. la cosa diventa interessante.
Quindi bello e sorprendente il rimbalzo degli ultimi 2/3 giorni, ma a me personalmente a parte sfruttarlo rapidamente con qualche operazione super opportunistica … non convince oltre. Temo piuttosto una trappola dietro l’angolo peraltro neanche tanto piccola.

E’ per questo motivo che al netto di operazioni di breve respiro (sempre di soddisfazione), suggerisco di fare veramente molta attenzione in chiave strutturale nelle scelte che si fanno… perché siamo alle porte di un riequilibrio generale. Una fase in cui le banche centrali avranno certamente il ruolo di “addolcire” l’aggiustamento, ma come detto anche in altre occasioni il lavoro delle banche centrali è cercare di fare una sintesi tra le varie componenti del mercato e l’equity non è mai la prima della lista. Aggiungo una riflessione finale, quasi una provocazione: pensate ad una china in cui il blocco vada avanti ancora per un po di tempo…e quindi rapidamente si creino situazioni di shortage da parte dell’offerta di alcuni beni e servizi… questo avrebbe come primo impatto uno spike sui prezzi…che potrebbe non esser semplice fare rientrare rapidamente con ovvie ripercussioni sulle assumptions inflattive di molte banche centrali e quindi con dei second round effect sui tassi (specie in Europa che è largamente esposta al mercato china…)…. con annessi e connessi.

Insomma.. periodo interessante e complicato.

Come sempre… Enjoy. :-D


Re: 850 Mark Kolanovic - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW s billirei | 06 feb : 09:32
Commenti: 1085

Utente 16 lug : 12:44
Replica a questo
Tutto ben ragionato e ben scritto come sempre, ma io mi chiedo, hai messo in conto che oltre che pompare liquidita' riescono a "pompare" anche l'ottimismo , enfatizzando cio' che interessa e nascondendo o sminuendo ogni segnale di allarme ? insomma banche centrali e governi lavorano all'unisono e TINA dove la metti ?

850 Mark Kolanovic - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW sugli claint | 06 feb : 09:09
Commenti: 5004

Utente 20 gen : 15:11
Replica a questo
oggi mi stanno portando via qualche call ucg a più del doppio bene bene

850 Mark Kolanovic - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW sugli claint | 06 feb : 09:15
Commenti: 5004

Utente 20 gen : 15:11
Replica a questo
inizio a comprare put dax e put ftsemib per coprire un po di utili

850 Mark Kolanovic - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW sugli gordon | 06 feb : 09:27
Commenti: 554

Utente 28 gen : 17:11
Replica a questo
grazie per la deus per la condivisione, staremo a vedere..

850 Mark Kolanovic - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW sugli giuse66 | 06 feb : 09:31
Commenti: 135

Utente 08 nov : 13:28
Replica a questo
Se restiamo così, S&P 500 aprirà per la quarta volta in gap up, avendo recuperato oltre 4 punti in poco più di 3 sedute. Poi abbiamo venerdì, e il Week End col suo carico di news e incognite, ma i mercati chiusi.
Sarei molto sorpreso di non vedere almeno prese di beneficio.
La prox Sett la Cina deve scegliere se lasciare tutto chiuso far ripartire il sistema (con il rischio che i contagi accelerino). Sarà forse il momento decisivo. Se non scende li, vuol dire che c'è qualcosa che sfugge.

Re: 850 Mark Kolanovic - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW s Antonio Lengua | 06 feb : 09:52

Commenti: 5183


Replica a questo
qui il chart a cui si riferisce giuseppe
https://twitter.com/sicktrader66/status/1225341277882998784

850 Mark Kolanovic - JPM suggerisce di restare long volatilità, e lui riduce la posizione UW sugli knecht18 | 06 feb : 10:18
Ospite


Replica a questo
Se la riapertura è prevista per il 10 Feb, allora entro venerdì dovremmo sapere se è confermata.
Un eventuale riapertura renderebbe la price action plausibile anche se sprezzante del rischio.
Evidentemente ad oggi la si da per scontata.
Non riesco a trovare altre spiegazioni all'ondata di ottimismo senza eguali.


Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti