Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2020
LuMaMeGiVeSaDo
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 
 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 473
Sondaggi precedenti
Feed RSS
I commenti possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


1146 continua il rally di fine anno sugli indici Usa, settimana prossima ricca di eventi

buongiorno !
il 24 e il 26 i mercati Usa sono rimasti aperti, e, tra volumi bassissimi, gli indici hanno continuato la loro salita senza sosta.
Il Nasdaq è arrivato a 8830, il ES a 3250.
Stamattina hanno riaperto anche i mercati europei : i primi scambi sono stati al rialzo, ovviamente, a recuperare il terreno perso. Il dax è arrivato a 13.400 in notturna, salvo poi nel corso della sessione tornare a 13.320.

I volumi oggi ci sono, tranne che sui bonds , dove btp e bund stanno scambiando pochissimo.

Nel corso della giornata, gli unici dati macro sono quelli delle scorte dei distrillati Usa alle 16.30, e influenzeranno il chart dell oil, che sto seguendo da qualche tempo (ha fatto un rally di oltre 20% in poco..)

Lunedi, ultimo giorno dell anno per gli indici europei, è ricco di dati macro.
In Europa retail sales tedeschi , CPI  Q3 Gdp tedeschi.
In Usa Chicago PMI, Pending home sales , dallas fed manufacturing indiex

il 31 i mercati Usa sono aperti per le ultime scodate di questo 2019.
il primo è tutto chiuso.
Il 2 gennaio iniziano a uscire i PMI manifatturieri in tutto i mondo : cina, europa , UK
il 3 gennaio venerdi escono i CPI in europa (germania) , e in Usa il construction spending, e, in ritardo di un giorno rispetto all europa, escono i PMI e il dato cugino ISM manufacturing.  I dati sulla disoccupazione Usa, che normalmente escono il primo venerdi, shiftano al 10 gennaio.

Su questo scavalcamento di anno, la FED continua a pompare liquidità : questo QE-non-QE continua a supportare gli indici Usa. E nel giro di poco tempo il budget della FED supererà i massimi raggiunti a inizio 2019.
Sul fronte trade deal non ho visto particolari novità : i due team continuano a lavorare sulle traduzioni degli accordi, ma di date e location per la  firma congiunta ancora non si parla. I dettagli, peraltro, saranno divulgati solo a conclusione definitiva, segno che ci sono ancora particolari importanti da sviscerare.

Inviato da Antonio Lengua il ven 27 dicembre 2019 - 11:46:55 | Leggi/Invia Commenti:0 |Stampa veloce

Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti