Menù Principale
· Links
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
News del 2019
LuMaMeGiVeSaDo
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
 
Sondaggio

Questo è un esempio di poll - Ti piace il sito?

SI

NO

Questo sondaggio è riservato agli utenti registrati

Voti: 461
Sondaggi precedenti
Feed RSS
I commenti possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf
Seleziona Lingua


817 powell non dovrebbe tagliare i tassi il 18 settembre

che senso ha tagliare i tassi in USA nella riunione del 18 settembre???
i cpi sono usciti ieri e il core è +2.4
la disoccupazion è al minimo storico al 3.7
il PIL terzo trimestre è +1.7 tendenziale
gli indici azionari sono sui massimi storici (qundi non c'è bisogno del Powell Put)
e ad ottobre potrebbe arrivare un interim deal che riduce l impatto recessivo (visto poco a dir la verità) sull economia Usa
 
i mercati scontano al 100% un ribasso di 25bp.
razionalmente, powell dovrebbe prendere tempo e non tagliare affatto : aspettare la riunione successiva 29-30 ottobre o quella dopo 10-11 dicembre e prendere una decisione piu equilibrata.
Farebbe cosi se non ci fosse trump che chiede addirittura tassi negativi!
 
difficilmente powell puo fare appello ad una motivazione data-dependant, visto che non ci sono dati che suffraghino un taglio di tassi.
vedremo... mercoledi la conferenza stampa sarà uno spasso.
Inviato da Antonio Lengua il ven 13 settembre 2019 - 08:21:00 | Leggi/Invia Commenti:1 |Stampa veloce
Commenti
817 powell non dovrebbe tagliare i tassi il 18 settembre Piergiorgio | 16 set : 14:56
Commenti: 976

Utente 23 ott : 18:16
Replica a questo
Il guaio di tutta questa politica squilibrata delle banche centrali degli ultimi anni è che sull’inflazione ha effetto zero ( o quasi) e l’unica cosa che produce è un’inflazione degli asset. Altro effetto collaterale è la distorsione cognitiva a livello politici, media, operatori economici, massa: ormai le Banche centrali sono in un trappolone poiché sembra che nessuno possa tollerare più un minuto di recessione ciclica ( che sarebbe normale) dell’economia o di ridimensionamento dei mercati finanziari se no boooom “crolla il mondo”. Alla fine appunto dopo aver inoculato per anni questa droga mentale prima che finanziaria ti ritrovi i Trump che ti dicono”servono i tassi negativi” quando l’economia cresce...🙄 andiamo avanti così...finché dura...


Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti